05/11/2017
03/12/2017
10/12/2017
17/12/2017
14/01/2018
PRIMO PIANO
TEMA DEL MESE
Pos. Squadra Punti

05/11/2017 - I Lyons riescono nell'impresa di espugnare il Carlo Androne

Recco (GE), campo Carlo Androne - domenica 5 novembre Serie A – VI giornata Tossini Pro Recco Rugby - Sitav Rugby Lyons 3-24 (3-12) Marcatori: p.t. 2' m. Bance tr. Thrower (0-7), 10' cp Gaggero (3-7), 26' m. Rollero (3-12); s.t. 43' m. Subacchi tr. Thrower (3-19), 6... --> Mostra Tutto
1.Sitav Rugby Lyons30
2.Cus Genova22
3.Accademia FIR13
4.VII Rugby Torino13
5.Pro Recco Rugby9
6.Cus Torino6
ULTIMISSIME

18/11/2017 - I Lyons soffrono, ma superano il Piacenza nell'attesissimo Derby

Sitav Rugby Lyons – Italia Chef Piacenza Rugby 45 – 14 (7-14)  

Marcatori: 4’ mt Cissè tr Montanari S. (7-0), 7’ mt Berzieri tr Zampedri (7-7), 18’ mt Toscani tr Zampedri (7-14). Secondo tempo: 43’ mt Basilico tr Montanari S. (14-14) 53’ mt 58’ mt Conti tr Montanari S. (28-14), 59’ mt Bruno (33-14), 70’ mt Subacchi tr Montanari S. (40-14), 75’ mt Subacchi (45-14)

Sitav Rugby Lyons: Boreri, Eddoukali, Conti, Subacchi, Di Lucchio (40’ Bruno), Montanari S. (75’ Rossi E.), Rivetti (40’ Efori), Bosoni, Canderle (40’ Bance), Basilico (50’ Hoxa), Cissè, Cazzarini (40’ Masselli), Cantù (40’ Rapone), Ceresa (65’ Groppi), Lombardi (70’ Groppelli).

Italia Chef Piacenza Rugby: Fuina, Toscani, Trabacchi, Zampedri, Forte, Girometti, Michel, Benelli, Vincic, Illari, Ponzi, Casali, Berzieri, Alberti, Barzan. Sono entrati: Resi, Canderle, Mancone, Forestelli, Piemontese, Parrello, Robuschi, Castrucchio, Crotti, Cremonesi, Muzzin, Sartori, Salvatori, Franchi.

Il derby per festeggiare i 70 anni del Piacenza e celebrare il Movember non ha deluso le aspettative rivelandosi un match spettacolare e combattuto. A spuntarla sono stati i Lyons che, dopo un primo tempo a lungo dominato dal Piacenza, hanno fatto la differenza nella ripresa prendendo il largo e concludendo sul 45 a 14.

Ottimo l’avvio dei Lyons che con un’azione prolungata cominciata all’altezza della metà campo travolgono la difesa biancorossa e raggiungono la meta con Khadim Cissè, oggi schierato in seconda linea. La reazione del Piacenza Rugby però è immediata e passano solo tre minuti prima di vedere Berzieri sfondare con il fisico la difesa dei Lyons e segnare alla bandierina. Il Piacenza rimane padrone del campo e sposta il baricentro dell’incontro nella metà campo dei Lyons che si vedono costretti a subire l’offensiva. Al 18’ arriva la terza meta dell’incontro segnata dall’ala Toscani e trasformata da un puntuale Zampedri. La prima frazione di gioco prosegue con il Piacenza che mette radici nella metà campo avversaria, ma non trova più la via della marcatura. Solo nei minuti finali i Lyons accennano ad una timida reazione che però non cambia il risultato. Le squadre vanno negli spogliatoi con i biancorossi avanti 14 a 7.

La ripresa si apre con i Lyons che effettuano alcuni cambi e trovano la via della meta già al terzo minuto grazie ad un ottimo break di Rapone che gioca un perfetto due contro uno e permette a Basilico di schiacciare fra i pali. La trasformazione di Montanari riporta le squadre in parità. I Lyons vanno poi in vantaggio al 53’ con una splendida azione cominciata nella propria metà campo con Rapone sostenuto da Cissè che serve Masselli, bravo a creare lo spazio per l’inserimento di Conti; il pallone passa poi per le mani di Basilico e arriva infine a Subacchi, autore della meta.

I bianconeri si ripetono dopo cinque minuti: Bruno crea lo spazio per l’inserimento di Montanari che serve Conti chiamato solo a depositare l’ovale tra i pali. Al 59’ a segnare la meta è Bruno che recupera grazie alla propria velocità il pallone su un calcio lungo e va poi a marcare. La seconda meta personale di Subacchi arriva al 70’ al termine di quasi 30 metri di galoppata solitaria e cinque minuti dopo il bianconero si ripete sfruttando un errore della difesa che gli permette di arrivare tra i pali.

 

Alla fine della partita il tecnico bianconero Paolo Orlandi fa i complimenti al Piacenza per l’ottima prestazione: «Doveva essere un giorno di festa e così è stato. La differenza fra una squadra che in serie A lotta per essere promossa e una di serie B c’è e alla distanza si è vista, ma bisogna far i complimenti al Piacenza che nel primo tempo ha meritato il vantaggio. Noi abbiamo dovuto effettuare tutti i cambi insieme per riuscire ad avere la meglio. Vorrei ringraziare il Piacenza per averci permesso di giocare e sono convinto che la partita di oggi serva per il campionato sia a noi che a loro.»

A prendere per mano la squadra nella ripresa il giovanissimo Federico Efori, classe 1998: «La partita è iniziata male, forse eravamo un po’ deconcentrati e poco abituati a giocare insieme. Abbiamo fatto fatica nella prima frazione di gioco, ma nella ripresa le sostituzioni sono state importanti e siamo riusciti a cambiare marcia. A livello personale sono molto contento perché ho fatto una buona prestazione: mi sono levato di dosso la pressione e ho giocato come so.»



18/11/2017 - Quattro bianconeri con le Zebre

In settimana quattro atleti bianconeri sono stati convocati per partecipare agli allenamenti delle Zebre, una delle franchigie italiane impegnate nel Pro 14. I quattro giocatori invitati alla sessione di allenamento tenutasi a Parma sono Bruno, Conti, Subacchi e Via.

 

 

 



18/11/2017 - Intervista a Marco Cerbi

Marco, il Settore propaganda è la spina dorsale di una società sportiva come i Lyons. Aiutaci a conoscere questa parte del mondo bianconero.

Questo è il secondo anno in cui ricopro il ruolo di Responsabile tecnico del Settore propaganda e posso affermare che siamo partiti bene. La stagione è cominciata con un numero di tesserati molto consistente, un risultato che è stato ottenuto attraverso un grande lavoro di tutto lo staff e in particolare grazie a Edo Piazza.

Puoi parlarci un po’ di questo staff che sta affrontando la stagione? Come è organizzato il Settore propaganda?

Sul campo ci sono sempre tre allenatori per categoria a cui si aggiunge un preparatore atletico. Quest’anno c’è stato un grande avvicendamento, ma con un ottimo mix di esperienze e soprattutto la presenza di molti ragazzi giovani. Se da un lato mi spiace vedere sempre meno Ceresa, impegnato con la prima squadra, dall’altro sono molto contento del ritorno di Antonio Pignotti che potrà arricchirci con la sua esperienza. Altrettanto importante è l’arrivo di Alice Faccenda, preziosa sia per la sua esperienza maturata con le Pantere, sia perché ritengo importante la presenza femminile nel percorso di crescita dei bambini.

Ci descrivi un Settore propaganda in costante evoluzione e crescita, ma quali sono i progetti per il futuro?

L’obiettivo di quest’anno è essere sempre più presenti sul campo riunioni e riuscire a organizzare corsi che permettano al nostro staff di crescere ed essere sempre più professionale. Al momento stiamo pensando a corsi su come motivare i bambini e sulle tecniche di comunicazione adatte per rapportarsi al meglio con i nostri giovani atleti. Vorremmo anche trovare più tempo per incontrarci con le famiglie e mi piacerebbe vedere più coinvolti anche gli altri atleti del club: ai bambini servono punti di riferimento che trasmettano empatia e rispetto, dei modelli a cui ispirarsi e da sostenere insieme alla domenica.

Mi sembra che per il coinvolgimento delle famiglie si sia fatto molto quest’anno. Qual è stato il bilancio dell’Open Day?

Ci tengo a sottolineare che oltre all’Open Day è stata molto importante anche la giornata di maggio. Si tratta di due eventi di festa e condivisione che riguardano la società. L’esigenza principale è far capire ai nuovi tesserati che non siamo una realtà chiusa e autoreferenziale, ma un mondo aperto a chi ne vuole far parte. Nel prossimo futuro ci aiuterà senz’altro anche la nuova sede della Società. Mi piacerebbe che trasparisse tutto quel lavoro che sta dietro e che spesso non è evidente a chi è fuori. Aver legato l’Open Day al Memorial Capuzzoni si è rivelata una scelta vincente perché ha permesso di portare tanti ragazzini allo stadio e vedere gli spalti del Beltrametti pieni. La cosa che mi è piaciuta di più però è aver visto tanti genitori che hanno chiesto di essere coinvolti per le prossime edizioni e ci hanno dato ottimi consigli per migliorare ulteriormente.

Ti chiederei ora di parlarci un po’ del lato più tecnico. Quali sono i progetti del 2017/18?

Mi piacerebbe parlare del progetto multisportivo che è giunto alla sua terza edizione. Gli anni scorsi sono stati un vero successo e abbiamo parlato a lungo per capire come migliorare. Abbiamo deciso di potenziare e perfezionare l’attività riducendo le settimane di attività da 8 a 6 e concentrandole nei mesi invernali. L’anno scorso il progetto era aperto a tutti i ragazzi, mentre quest’anno verrà rimodulato in modo da considerare meglio le esigenze dei ragazzi per quanto riguarda l’individualizzazione del percorso. Per questo cerchiamo di andare incontro alle esigenze di bambini e famiglie progettando programmi personalizzati. Stiamo valutando se continuare con discipline come basket, judo e boxe per adattarle alle nostre esigenze motorie con il rugby altrimenti garantiamo ginnastica ed atletica.

Per concludere, quali sono gli obiettivi del Settore propaganda?

Abbiamo cominciato presto a settembre e con un buon numero di ragazzi e questo non può che renderci felici. Il nostro è un progetto a lungo termine e non guardiamo vittorie e sconfitte: ci interessa molto di più constatare l’efficacia del lavoro svolto e la crescita dei ragazzi. Verificheremo il lavoro a fine anno e non ci preoccupa non essere vincenti in questa fase della stagione. L’importante è che i ragazzi si divertano e che imparino valori umani oltre che tecnici.



17/11/2017 - Tutto pronto per il Derby. Orlandi: "SarĂ  partita vera"

In casa Lyons ci si prepara per un weekend come sempre ricchissimo di appuntamenti che cominceranno già durante la mattinata di sabato. A partire dalle ore 12.15 l’associazione Amici dei Lyons consegnerà in sede una targa commemorativa che riporta i nomi dei soci fondatori, presidenti, allenatori e capitani che si sono succeduti dal 1963 ad oggi e i nomi di chi ha vestito la maglia bianconera in almeno 200 occasioni. Nel pomeriggio invece l’attenzione si sposterà al Beltrametti dove a partire dalle ore 15.00 Lyons e Piacenza Rugby si sfideranno per celebrare i 70 anni della società biancorossa e festeggiare il Movember. Una sfida stracittadina che a distanza di tre stagioni (l’ultimo derby risale al campionato di serie A 2014/15) torna ad infiammare i cuori dei piacentini. Per le due squadre si tratta senza dubbio di un’occasione significativa per dare spettacolo e per provare soluzioni in vista del rientro in campo dopo i test match di novembre. Il tecnico bianconero Paolo Orlandi ha sottolineato l’importanza che l’incontro ricopre per preparare le prossime sfide in campionato: «Quella di sabato è una partita che a noi serve molto perché ci offre l’occasione di dare spazio a chi fino ad ora ha giocato meno, ma anche di far rientrare alcuni giocatori dopo un infortunio. A questo si aggiunge qualche esperimento tattico che ci porterà a vedere alcuni titolari spostati in ruoli per loro insoliti. Il Piacenza Rugby è una squadra che sta disputando un ottimo campionato in serie B e quindi cercherà di portare a casa la vittoria che però è anche il nostro obiettivo. D’altra parte anche se festeggeremo i 70 del Piacenza e il Movember, sappiamo che nel rugby non esistono amichevoli e quando si scende in campo lo si fa per dare il 100%.» Gli eventi legati al Movember continueranno dalle 18.00 alle 21.30 presso la Sala Visconti del Park Hotel dove si terrà il “Mo Gala” apericena organizzato da Park Hotel e Rugby Codogno. Un evento che come sempre lega il rugby alla beneficenza e alla ricerca contro il cancro: il ricavato della serata (il cui costo è di 15 euro a testa) sarà infatti devoluto alla Movember Foundation.



17/11/2017 - L'agenda del weekend

Il weekend bianconero comincerà sabato alle 15.00 sul campo Beltrametti con la prima squadra impegnata in un derby contro il Piacenza Rugby per festeggiare i 70 anni della società biancorossa e contemporaneamente il Movember. L’impegno dei Lyons sui campi proseguirà poi domenica con i ragazzi dell’Under 18 che ospiteranno alle 13.00  sul Beltrametti 2 il Rugby Bologna 1928 nella quarta giornata di campionato. Doppia trasferta per l’Under 16 che vedrà i ragazzi dell’élite impegnati, sempre alle 13.00, sul campo dei Cavalieri Prato, secondi in classifica davanti proprio ai bianconeri. I ragazzi del campionato regionale scenderanno invece in campo alle 11.00 contro il Noceto­. Per i piccolini del propaganda è infine previsto un concentramento a Piacenza al Beltrametti 2.

 



13/11/2017 - Sabato sarĂ  Movember e Derby

Con il mese di novembre si comincia a parlare come sempre di Movembre, la campagna internazionale che invita a farsi crescere i baffi a novembre per focalizzare l’attenzione sui problemi della salute maschile. L’edizione piacentina 2017 di “Movember” ha preso ufficialmente il via con una conferenza stampa svoltasi al Best Western Park Hotel di Piacenza a cui erano presenti anche i tecnici bianconeri Paolo Orlandi e Lele Solari. L’evento principale sarà il “Mo Gala”, apericena in programma sabato 18 novembre dalle 18.00 alle 21.30 presso la Sala Visconti del Park Hotel come ha  spiegato l’organizzatore Stefano Mozzani, ex bianconero e ora allenatore del Rugby Codogno. Il costo della serata sarà di 15 euro e il ricavato sarà devoluto alla Movember Foundation.

Il “Mo Gala” sarà il punto culminante di una giornata di sabato che si prospetta ricchissima di appuntamenti soprattutto in casa Lyons. In mattinata presso la sede di via Rigolli gli Amici dei Lyons consegneranno una targa celebrativa alla società. Nel pomeriggio dalle ore 15.00 presso lo stadio Beltrametti si disputerà un derby amichevole fra Lyons e Piacenza. «Il derby di sabato sarà un’occasione importante per entrambe le squadre – ha commentato Paorlo Orlandi – Noi abbiamo bisogno di giocare una partita durante la pausa per non perdere il ritmo e inoltre sarà bello tornare a respirare l’atmosfera del derby.»



13/11/2017 - L'U18 riparte bene dopo la pausa

PARMA 1931 – LYONS 14 – 49 (mete 2 – 7)

Lyons: Groppelli Nicholas, Baiocco Jacopo, Spezia Luca, Dallavalle Joshua, Solenghi Francesco, Via Giovanni, Dal Capo Mattia, Borghi Riccardo, Solenghi Tommaso, Monsoni Riccardo, Valeri Andrea, Bongiorni Davide, Bolzoni Leonardo, Molina Elia, Oppizzi Andrea. A disp.: Castagnola Roberto, Belforti Federico, Losi Riccardo, Dhima Claudio, Ontani Diego, Gandolfini Edoardo.

Mete: Molina 2, Baiocco 1, Losi 1, Ontani 1, Valeri 1, Via 1.

Trasformazioni: Groppelli 6/6, Via 1/1.

 

Dopo il turno di riposo i ragazzi dell'U18 sono tornati in campo per affrontare il Parma 1931 nella quarta giornata di campionato.

La partita comincia male: al primo minuto un placcaggio alto ci costa un cartellino giallo e per i successivi 10 minuti saremo in 14; i ragazzi del Parma ne approfittano e segnano al quinto minuto una meta. Fortunatamente i nostri leoni non si smontano e si difendono con i denti, riuscendo a limitare il danno dell'inferiorità numerica. Al 15° i bianconeri marcano la loro prima meta, giocando in maniera disinvolta e grintosa. Al 22° arriva la seconda meta, anche questa trasformata, e al 33° con una bella azione sui tre quarti andiamo ancora in meta.

Anche durante il secondo tempo i Lyons riescono a mantenere la concentrazione e a segnare diverse mete, imponendosi quindi sugli avversari con il punteggio finale di 49 a 14.

La prossima partita sarà in casa con la franchigia di Bologna che attualmente è prima in classifica con 14 punti. I bianconeri sono a quota 10 punti, occupando la terza posizione in classifica dopo il Noceto.

Se i ragazzi proseguiranno su questa strada, daranno sicuramente del filo da torcere alle squadre avversarie.

 


All rights reserved - Tutti i contenuti sono di proprietà di Rugbylyons.it