NEWS


Archivio News - Globale:

15/10/2018 - Piccoli leoni in campo per il Trofeo Pietro Dallù

Domenica 14 ottobre si è disputato il Trofeo Pietro Dallù, in memoria del Presidentissimo del Rugby Parabiago 1984. Il Trofeo Dallù rappresenta la continuità e il futuro verso i giovani, facendo aeggiare anche i giovanissimi di Under10 e Under12 in una triangolare tra Rugby Lyons, Rugby Parabiago e Rugby Parco Sempione.

U10:

Lyons-Parabiago: 5-3

Lyons-Parco Sempione: 7-2

U12:

Lyons-Parabiago2: 6-1

Lyons-Parabiago1: 5-6

Lyons-Parco Sempione: 10-4

Sicuramente una giornata all’insegna del divertimento e della soddisfazione per i piccoli leoni, che tornano a casa con un buon numero di vittorie. Sul campo si è mostrato il lavoro fatto nella settimana di allenamento. Buona l’occupazione del campo, molti i passaggi visti, ma soprattutto tante mete al largo – azioni rare per la categoria. Un buon inizio di stagione che fa ben sperare in un percorso di crescita.

 



15/10/2018 - Under16 ancora in difficoltà: una domenica di sconfitte

Campionato Regionale

Lyons – Modena 5-24

LYONS: Roberto Francesco Pio, Marku Gianluca, Corti Alessandro, Boussis Naoufhal, Davoli Tommaso, Agio Davide, Lomuscio Marcello, Rossini Davide, Cerrato Lorenzo, Belfiore Simone, Bahari Amine, Amoakon Cedrick, Cassinari Elia, Zucchini Andrea, Marchetta Mattia

A disp.: Caparco Enrico, Denti Andrea, Spezia Giovanni, Petrusic Andjelko, Manfredini Michele, Galardi Alessandro, Rossi Andrea.

La prima di campionato per la rappresentativa regionale non è brillantissima, non tanto dal punto di vista del punteggio finale, quanto invece per l’atteggiamento. I ragazzi non hanno giocato con grinta e agonismo, la voglia di vincere non è uscita nel corso della partita, neanche dopo aver preso la prima meta che porta il Modena in vantaggio per 7-0. La ripresa vede di nuovo una squadra assente, lasciando spazio al Modena per altre tre mete nel giro di pochissimi minuti. Unica nota di merito, il riscatto finale dovuto a una bella azione degli avanti che riescono a portarsi nell’aria di meta avversaria segnando la prima e ultima meta della partita. A parziale scusante possiamo dire che questa squadra è ancora un vero e proprio cantiere aperto, la collaborazione tra Lyons,  Piacenza, Cremona Rugby e Lions Cremona è appena agli inizi, ha portato sicuramente un ottimo risultato in termini di tesseramento, ma ora i ragazzi devono meglio amalgamarsi tra di loro. Tanta grinta e costanza saranno gli ingredienti giusti per le prossime sfide.

 

Campionato élite

Lyons – Parma 1931 3-29

LYONS: Lucchese Kevin, Solari Lorenzo, Perazzoli Alessandro, Teruggi Riccardo, Nakov Nicola, Villa Giulio, Fornasari Alan, Alberici John, Montesissa Federico, Bonetti Alessio, Calandroni Edoardo, Salotti Carlo, Amir Ali Abdelhakim, Pozzoli Alessandro, Murano Mario

A disp.: Rosellini Ramiro, Bosoni Damiano, Buratti Daniele, Dimoski Kristiyan, Coscia Salvatore, Botti Ivan, Dallanegra Giacomo.

Prima di campionato per la U16 élite ed è subito derby: al Beltrametti arrivano i "cugini' del Parma, con una squadra di taglia e di peso. I nostri, comunque, non si lasciano intimidire, e ribattono letteralmente colpo su colpo presidiando tutte le zone del campo. Il primo tempo si chiude sul 3-5 grazie ad un piazzato del nostro Perazzoli. Il secondo tempo segue lo stesso scenario, con i Lyons che cedono di schianto solo nei 10 minuti finali. "Soddisfatto dell'atteggiamento dei ragazzi – commenta il coach Dadati - ma il lavoro da fare è ancora tanto, bisogna migliorare sotto tanti aspetti, ma la strada intrapresa è quella giusta".

 



15/10/2018 - Under18: due campionati, due diversi risultati

Results antipodes those of the Under18 teams, respectively engaged in the championship in Emilia and Lombardy.

LYONS - FTGI COLLEGIUM RUGBY BOLOGNA 47 - 0

One-way challenge for the Lyons that of Sunday, October 14 on the field of the Beltrametti stadium. Bologna is never able to enter the game, leaving space during the first half to 4 goals for the lions. After the first half the coaches decide to proceed to some changes that carry out the work done well in the first half and collect three other markings.

Markings: mt Malta S. tr Mori (3 "), mt Oppizzi A. (12"), mt Mori tr Mori (30 "), mt Mori tr Mori (34"), mt Oppizzi D. tr Mori (16 ") , mt Tumminello tr Mori (26 "), mt Di Masi tr Mori (35")

RUGBY FRANCIACORTA - LYONS 88 - 0

The destiny of the Lyons involved in the Lombard championship is very different, returning home with a truly bitter defeat. The guys have not shown great difficulties on the ground of gicoo, but despite the work done in training they can not make a game with good shape. The work to be done is still a lot to improve.

Convoked: Peveri, Armelloni, Bolzoni, Sirtori Origgi, Bellani, Russo, Savi, Bilal, Repetti, Lucchese, Bart, Baciocchi, Fenucci, Mertini, Polastri, Di Sebastisno, Agnolini, Chiappini, Losi, Gandolfini, Baglioni, Feraboli

 



14/10/2018 - Arriva la prima vittoria per la Serie C

Rugby Monza 1949 – Rugby Lyons 32 – 50

Rugby Lyons: Rossi (CAP), Tasha, Seccaspina, Molinari, Gazzola, Spezia, Dal Capo, Basilico, Atanasov, Canderle, Bassi, Merli, Malchiodi, Groppi, Cantù. A Disp: Cazzarini, Bianchi, Bedini, Montanari, Gherardi, Rattotti, Riboli

Tabellino: mt Molinari trasf. Rossi, mt Monza trasf., cp Rossi, cp Rossi, cp Rossi, cp Monza, cp Rossi, mt Monza trasf., mt Basilico (17-24). Secondo tempo: cp Monza, mt Riboli tr. Montanari, mt Riboli, mt Cazzarini trasf. Montanari, mt Canderle trasf. Montanari, mt Monza tras., mt Monza

Note: 62’ giallo Canderle, 65’ giallo Dal Capo, 75’ rosso Dal Capo

Al debutto stagionale per la formazione cadetta arriva una vittoria meritata ma che comunque lascia la consapevolezza che questa squadra deve ancora lavorare e può migliorare tanto. Specie nel primo tempo, i ragazzi di Simone Bossi sono stati disattenti in difesa, tenendo in partita una squadra in netta difficoltà in mischia ma che aveva comunque buoni doti nei trequarti.

La partita si è aperta con una marcatura immediata di Molinari che forse ha un po’ illuso i giovani leoni, che al primo errore si sono ritrovati in grave difficoltà nella propria area dei 22, concedendo una meta al largo su una ripartenza da una mischia. A questo punto i bianconeri hanno cominciato a giocare con maggiore attenzione, sfruttando la grande indisciplina avversaria con un Rossi praticamente perfetto dalla piazzola, prima che sul finale del primo tempo il Monza accorciasse con un’altra meta nata da un errore difensivo dei Lyons, che ha riportato i brianzoli a -2. Sul finire del primo tempo i giovani leoni si ancorano alla loro superiorità in mischia chiusa con la meta di Basilico che ridà tranquillità ai bianconeri, fissando il risultato all’intervallo sul 17-24.

Il secondo tempo si apre con l’impossibilità del Monza a continuare a disputare le mischie, che quindi saranno tutte No Contest nella seconda frazione, che toglie una piattaforma sicura ai Lyons, che però sono in grado di sfruttare una maggior freschezza e qualità tecnica, e in 20’ chiudono la partita con quattro mete in rapida successione, sia di abilità con i trequarti come la doppietta di Riboli, sia con la potenza degli avanti con Cazzarini e Canderle. Nei minuti finali la partita si innervosisce dopo il cartellino giallo rimediato da Canderle per placcaggio pericoloso, i Lyons cadono nelle provocazioni avversarie e arriva anche la seconda ammonizione a Dal Capo, che lascia in 13 i bianconeri. La doppia inferiorità numerica costringe i Lyons in difesa e arrivano le ultime due mete del Monza, che portano al bonus offensivo i biancorossi. Il finale di partita è di nuovo nervoso e nonostante i bianconeri provino ad attaccare un’ingenuità di un poco lucido Dal Capo porta all’espulsione che non influisce sulla partita, ma sarà pesante in vista dei prossimi impegni.

Ora per i ragazzi di Bossi è in vista il primo impegno casalingo contro il Rugby Cernusco, squadra già affrontata negli scorsi anni e di cui si conoscono le buone qualità.



14/10/2018 - Montagne russe a Parabiago: arriva un pareggio che sa di beffa

Rugby Parabiago – Sitav Rugby Lyons 29-29

Rugby Lyons: Via G., Mori, Della Ragione, Subacchi, Bruno (CAP), Guillomot, Colpani, Masselli, Tarantini, Bance, Grassi, Lekic, Rapone, Rollero, Grassotti. A Disp: Borghi, Greco, Salerno, Cisse, Benelli, Boreri, Via A., Efori

Tabellino: 4’ mt. Grassi trasf. Guillomot, 25’ mt Parabiago trasf, 32’ mt Bruno, 39’ cp Guillomot; 41’ mt Grassotti trasf. Guillomot, 60’ mt tecnica Parabiago, 68’ cp Parabiago, 72’ mt Parabiago Trasf, 75’ mt Parabiago, 80’ mt Cissè trasf. Via G.

Note: 64’ cartellino giallo Rollero

È un pareggio che lascia sensazioni contrastanti quello ottenuto dalla Sitav Rugby Lyons a Parabiago: da una parte la beffa è stata evitata da una meta allo scadere, che ha garantito tre punti pesanti in trasferta (quasi una vittoria in tutti i sensi), dall’altra l’amaro in bocca per una partita che sembrava in controllo gettata all’aria per 15 minuti di black out che sono costati carissimo.

Le avvisaglie che non sarebbe stata una partita facile si erano già viste nei primi minuti di partita, con Guillomot e Della Ragione che rimangono a terra già alla prima azione: se l’apertura francese stringe i denti, Della Ragione è costretto subito a uscire per fare posto a Boreri, ridisegnando la linea dei trequarti Lyons. Ma è il pack di mischia a suonare la carica e da una touche in zona avanzata al 4’  riesce ad organizzare la maul vincente che porta alla meta di Grassi al debutto in maglia bianconera. La trasformazione di Guillomot arrotonda il risultato sullo 0-7.

Nei minuti successivi nessuna delle due squadre riesce a prendere concretamente il sopravvento, finchè un errore dei trequarti Lyons porta Parabiago in attacco al 23’. Sugli sviluppi di una mischia ai 5 metri ottimo schema in ripartenza e il numero 8 rossoblù varca la linea, che con la trasformazione fissa il risultato in parità.

Ma la reazione dei Lyons non si fa attendere, e dopo un paio di attacchi respinti dalla sempre ottima difesa rossoblù arriva da un’azione prolungata la meta all’ala di Capitan Bruno. Si incarica della trasformazione Via, in assenza di Guillomot di nuovo fermo a terra, che però non centra i pali. Siamo al 35’ e i Lyons vogliono ancora finalizzare ancora prima dell’intervallo: l’occasione si presenta all’ultimo minuto con un calcio di punizione che Guillomot, restabilitosi, non sbaglia, mandando le squadre negli spogliatoi con i bianconeri in vantaggio 7-15, risultato giusto per quello visto in campo.

Sull’onda lunga del finale della prima frazione e con la spinta delle forze fresche di Cissè e Alessandro Via i Lyons si riversano di nuovo in attacco e immediatamente al 41’ Grassotti varca la linea di meta, che da di nuovo slancio ai bianconeri grazie anche alla trasformazione di Guillomot che porta il risultato sul 7-22. La partita ora dovrebbe essere indirizzata e i Lyons dovrebbero controllare e cercare con serenità la meta che darebbe il punto di bonus, ma i ritmi si abbassano, la partita si fa nervosa, Guillomot è costretto ad alzare bandiera bianca dopo 50’ di dolori alla spalla e i cambi in prima linea non danno i risultati sperati. La mischia del Parabiago lentamente prende il sopravvento e macina gioco e calci di punizione. Alla fine al 60’ in una situazione critica sui 5 metri una serie di falli ripetuti porta alla meta tecnica concessa dall’arbitro al Parabiago e le distanze tra le due squadre tornato ad 8 punti sul 14-22.

Ora l’inerzia è tutta per i rossoblù e arriva una seconda doccia fredda a per i Lyons: 4 minuti dopo, ancora per falli ripetuti in zona rossa arriva il cartellino giallo a Rollero, con i Lyons che dovranno difendere l’esiguo vantaggio con un uomo in meno. Dalla piazzola Parabiago non sbaglia e  ora i rossoblù sono sotto break. Ora il black out in casa Lyons è completo e negli ultimi 5 minuti di inferiorità numerica arrivano due mete per il Parabiago, per un totale di 12 punti pesantissimi: con il punteggio sul 29-22 ai Lyons resterebbe un solo punto per il bonus difensivo, che per come si era messa la partita sarebbe una vera beffa.

Ma i bianconeri trovano nuova linfa negli ultimi minuti, con la forza della disperazione si riportano in attacco per un pareggio che varrebbe tre punti col bonus offensivo e riporterebbe il bicchiere ad essere quantomeno mezzo pieno. Dopo una prolungata serie di fasi, quando ormai il cronometro segna l’80’, è Cissè l’uomo della provvidenza che segna la meta del -2 in una zona di campo abbordabile per il piede di Giovanni Via, che con sangue freddo sigilla il risultato sul 29-29 finale.

Una partita sulle montagne russe, in cui i Lyons potevano fare sicuramente di più dal punto di vista mentale e di gioco, ma che comunque ha fruttato dei buoni punti in classifica. Per i ragazzi di Solari e Baracchi ora serve fare tesoro dell’esperienza e riprendere in settimana dalle buone cose fatte, con la consapevolezza che una gestione più oculata dei momenti critici questa partita sarebbe potuta chiudersi in modo più felice. Domenica prossima i Lyons affronteranno tra le mura amiche l’AS Rugby Milano, che è uscita vincitrice dal proprio primo incontro, in casa contro il VII Rugby Torino: un’altra partita che si annuncia vibrante, per cui servirà tutta la spinta della famiglia bianconera.

 


All rights reserved - Tutti i contenuti sono di proprietà di Rugbylyons.it