NEWS


Archivio News - Globale:

10/08/2018 - Inizia il countdown per la nuova stagione di Serie A: si parte il 14 ottobre

La Federazione Italiana Rugby ha ufficializzato il calendario del campionato di serie A per la stagione 2018/2019 che vedrà la formazione bianconera ai blocchi di partenza come una delle squadra più attese, dopo la promozione sfiorata dello scorso campionato.

Quest’anno la composizione della Serie A si presenta profondamente rinnovata, dopo la riforma dei campionati FIR che entra in vigore proprio per la stagione 2018/2019, con il numero delle partecipanti aumentato da 24 a 30, divise in tre gironi da dieci squadre.

La Sitav Rugby Lyons è inserita nel Girone 1, dove sono presenti, tra le altre, CUS Genova, Pro Recco e l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”, avversarie affrontate nella poule promozione dello scorso campionato e sicuramente avversarie temibili per la formazione bianconera.

L’inizio del campionato è previsto per il 14 ottobre, quando i Lyons dovranno affrontare in trasferta il Rugby Parabiago, formazione che già da qualche anno milita in Serie A e punta a confermarsi, e che curiosamente affronterà i bianconeri in amichevole precampionato il 23 settembre a Piacenza, tre settimane prima della prima giornata di campionato.

L’esordio casalingo è invece in programma la settimana seguente, domenica 21 ottobre, contro il Rugby Milano, squadra storica del rugby italiano e legata alla nostra società dal comune ricordo di Massimiliano Capuzzoni, storico giocatore di entrambe le compagini prematuramente scomparso.

Il calendario di questa prima fase prevede un girone di andata e uno di ritorno e si protrae fino al mese di aprile, dove per chiudere la regular season è previsto un vero e proprio big match tra le due semifinaliste deluse della scorsa stagione, ovvero CUS Genova (in casa) e Sitav Rubgy Lyons.

Al termine dei gironi avrà inizio la fase a eliminazione diretta per decretare le due squadre che verranno promosse nel rinnovato Top 12, massima serie del rugby italiano. Le vincitrici dei tre gironi saranno direttamente ammesse alle semifinali, mentre la quarta squadra verrà decretata da un barrage triangolare con partite di sola andata tra le tre seconde classificate dei gironi. Le semifinali così composte verranno disputate su andata e ritorno, e le vincitrici dei doppi confronti verranno direttamente ammesse al Top 12, oltre a sfidarsi in finale secca per il titolo di campione d’Italia. Allo stesso modo, sono previste tre retrocessioni dirette in Serie B per le squadre ultime classificate di ciascun girone, e una quarta retrocessione da attribuire alla peggior classificata di un barrage tra le penultime classificate dei tre gironi.

 



03/08/2018 - Due nuovi arrivi per la mischia Lyons

Dopo gli addii dei due ultimi capitani della formazione bianconera, Mantvydas Tveraga e Edd Thrower, entra nel vivo il mercato della Sitav Rugby Lyons, con l’annuncio dei primi due acquisti portati a compimento dal direttore sportivo Stefano Nucci, entrambi finalizzati a rinforzare il pack.

 

Per sopperire alla partenza di Tveraga, in seconda linea arriva da L'Aquila  l'imponente seconda linea Alberto Grassi, giovane promettente di 22 anni ma già con due anni di esperienza di Serie A e anche una manciata di presenze nello scorso  campionato di Eccellenza in maglia Lazio. Cresciuto nell'Anzio Rugby, dopo aver esordito giovanissimo in Serie C1 è stato acquistato da L’Aquila Rugby a 20 anni, e dopo due stagioni ha avuto l’occasione di affrontare il ritiro prestagionale con le Zebre, insieme tra gli altri al bianconero Mathieu Guillomot.

“Sono stato felice dell'interessamento di una società ambiziosa come i Lyons, mi aspetto di crescere molto dal punto di vista tecnico e umano in una squadra con una struttura rodata e seria, come ho già avuto modo di vedere in questa prima settimana di allenamenti. Un altro dettaglio che mi ha subito colpito è stata la coesione e la serenità del gruppo, non pensavo di trovare una grande famiglia come questa.” Per Grassi si prospetta un ruolo importante all'interno della squadra, grazie alla fisicità che può garantire con i suoi 207 cm per 124 kg.

 

È invece un gradito ritorno quello di Daniele Greco, pilone destro 24enne cresciuto nel Viadana che nella stagione 2014/2015 fu tra i protagonisti della storica promozione dei Lyons al campionato di Eccellenza. In questi anni Greco ha avuto due importanti esperienze all’estero, in Nuova Zelanda nel Methven Rugby Club e in Inghilterra nel campionato di National 2 nella scorsa stagione. Nel mentre anche un esperienza in serie B con la maglia dell'Alghero. Anche lui dotato di ottimo fisico (186 cm per 120 kg), per lui il compito sarà quello di puntellare il reparto di prima linea in un ruolo cruciale come quello di pilone destro.

“Ho deciso di tornare alla Sitav Rugby Lyons per stare vicino ai miei affetti e alla mia famiglia, dopo anni lontano da casa. Un altro fattore che mi ha spinto a tornare è stato l'incredibile clima che ho trovato sia nella città di Piacenza che nella società dei Lyons, dove tutti i giocatori possono allenarsi con grande impegno e ambizione, ma senza troppe pressioni in un clima molto famigliare.”

 



30/07/2018 - Ripresa attività senior

ASD Rugby Lyons comunica che oggi lunedì 30 Luglio 2018 alle ore 19.30 partirà ufficialmente la nuova stagione 2018/2019 per le formazioni seniores bianconere con il primo allenamento sul campo agli ordini del nuovo staff tecnico composto da Emanuele Solari, capo allenatore, Davide Baracchi, assistente allenatore, oltre al preparatore Giorgio Bertoglio e a Simone Bossi, tecnico della formazione cadetta.  La prima squadra, inserita nel Girone 1 della Serie A insieme a Pro Recco Rugby, Cus Genova, Cus Torino, VII Rugby Torino, Edinol Biella RC, ASR Mlano, Cus Milano, Rugby Parabiago replica watches e Accademia “Ivan Francescato” vedrà iniziare il proprio campionato domenica 14 ottobre, a caccia di quella promozione sfumata all’ultimo nella scorsa stagione. Stessa data di inizio per la seconda squadra, impegnata nel Girone C – Pool 2 del Campionato Nazionale Serie C1 con Rugby Cernusco, RC Stezzano, ASR Milano, ASR Monza, Crema RC.

A partire dalle ore 19.00 dirigenza, allenatori e giocatori saranno disponibili alla stampa per le interviste di rito.

 



13/07/2018 - «Difficile raccogliere l’eredità di mio padre, ma ci proverò»

Quando Sandro Pattarini assunse la carica di presidente dei Lyons, nel 1973, aveva solo 37 anni, e proveniva da un recente passato di giocatore nel Piacenza Rugby (46 presenze). Accompagnò i Lyons dalla serie C alla serie A e fatta eccezione per i due anni, dal 1986 al 1988, in cui rivesti l’incarico di consigliere federale (lo sostituirono Loredano Castagnola e Melchiorre Dadati, ndc), rimase in carica fino al 1999. Oggi, Sandro Pattarini è presidente dell’Associazione “Amici dei Lyons”, mentre suo figlio Guido è diventato il nuovo presidente dei Lyons. Sposato con Cinzia Tenchini, padre di Gaia e Alice, Guido Patarini (classe 1965) è uno dei “bicentenari” in bianconero con 286 presenze e 58 mete in carriera. Rileva Natalino Fanzola, eletto alla guida del club bianconero nel 2006. «Natalino ci consegna un’eredità importante - dice Guido Pattarini - dopo dodici di anni di successi in campo agonistico e grandi trasformazioni in ambito societario. Ma soprattutto, consegna una società “sana” sotto ogni punto di vista, in buona salute, ed il nuovo consiglio direttivo proseguirà su questa strada. Il mio ringraziamento personale va a Natalino Fanzola ed a tutti coloro che, sotto la sua guida, hanno lavorato con impegno per il bene di questo club. Noi promettiamo di fare altrettanto».

Il nuovo consiglio direttivo si è ampiamente rinnovato al suo interno. Insomma, tanti volti nuovi.

«Se parliamo di incarichi è così , ma in realtà i nuovi consiglieri sono legati da anni ai Lyons e parecchi di loro hanno giocato a lungo in bianconero. Quando, mesi fa, Natalino ci informò della sua decisione di lasciare la carica, e insieme a lui altri consiglieri, formammo un gruppo che si dichiarò disponibile a subentrare. Sono amici che conosco da una vita e di cui ho la massima fiducia, e sono sicuro che lavoreranno con altrettanto impegno e dedizione alla causa comune».

Inevitabile il raffronto con suo padre Sandro, presidente dei Lyons per ben ventiquattro anni.

«Non so se resterò così a lungo... E’ chiaro che le epoche sono diverse. A quei tempi i Lyons erano nati da una decina d’anni, la squadra era in serie C, tuttavia grazie al contributo di tutti, nel corso degli anni si raggiunsero risultati straordinari. Ora, ogni domenica, mettiamo in campo tredici squadre, la società è tra le prime in Italia e le ambizioni sono diventate ancor più importanti. E tutto questo lo dobbiamo a chi ci ha preceduto: il nostro compito è di migliorarci ulteriormente».

Anche lei, come suo padre, lasciò i Lyons nel 1999 dopo una lunga e fortunata carriera agonistica.

«Lasciai il campo per un problema ad un ginocchio. Iniziai a giocare all’età di otto anni, e debuttai in prima squadra (serie A, ndc) nel 1983, e per qualche stagione presi anche la fascia di capitano. Ho degli ottimi ricordi, e comunque non ho mai lasciato l’ambiente per cui è come se ritornassi a casa. Certo, ritornare in società con un ruolo come quello di presidente non è facile, però conto sull’aiuto e sulla collaborazione di tutti».

Nella scorsa stagione i Lyons sono arrivati in semifinale promozione. L’obiettivo di questa stagione?

«Innanzitutto quello di consolidare l’organizzazione societaria, sotto ogni aspetto. Sul piano agonistico, cercheremo di essere nuovamente competitivi per il raggiungimento della massima categoria. Abbiamo riconfermato tutti i giocatori della rosa, a parte Thrower che ha scelto di percorrere nuove strade, e ci stiamo guardando attorno per rinforzarla con qualche giocatore di esperienza. Dunque, nessun stravolgimento in vista: si prosegue lungo un cammino ben tracciato da chi ci ha preceduto».

Leonardo Piriti - Da Libertà del 12/07/2018



09/07/2018 - Emanuele Solari nuovo head coach della Sitav Rugby Lyons

Dopo l’ufficializzazione del nuovo Consiglio, in casa Lyons ci si prepara a definire l’assetto della squadra che affronterà il campionato di serie A 2018/2019. La prima novità è quella del direttore sportivo, ruolo che tornerà a ricoprire Stefano Nucci succedendo così a Claudio Deltrovi. Novità anche per quanto riguarda lo staff tecnico con Emanuele Solari che sostituirà Paolo Orlandi come head coach e sarà affiancato da Davide Baracchi nel ruolo di vice allenatore. Confermata invece la partecipazione della seconda squadra al prossimo campionato di serie C1. La formazione cadetta, dopo la partenza di Paoletti, approdato ad Alghero, sarà guidata da Simone Bossi. A completare lo staff ci sarà infine Giorgio Bertoglio confermato come preparatore atletico di entrambe le formazioni senior. Ancora tutto da definire invece per quanto riguarda i giocatori che prenderanno parte al prossimo campionato di serie A. L’obiettivo della società è riconfermare il più possibile la rosa che ha raggiunto la semifinale nella passata stagione con l’obiettivo di rinforzare una formazione già solida e confermare i Lyons tra le candidate alla promozione in Eccellenza. Per il momento però è certa la partenza di Edward Thrower, MVP del Campionato di Eccellenza 2015/16, che lascia i Lyons dopo tre anni in bianconero.


All rights reserved - Tutti i contenuti sono di proprietà di Rugbylyons.it