News

Prova di forza della Serie C, Monza battuto

Rugby Lyons – Rugby Monza 45 – 29

Rugby Lyons: Montanari, Rattotti, Di Lucchio, Gherardi, Dal Capo, Spezia, Efori, Basilico, Atanasov, Petrusic (CAP), Zazzi, Cazzarini, Malchiodi, Groppelli, El Yousfi. A Disp: Cantù, Scrocchi, Pagani, Cavanna, Santagostino, Milesi

Tabellino: 10’ mt Malchiodi trasf. Montanari; 17’ mt Petrusic; 21’ cp Monza; 30’ mt Gherardi trasf. Montanari; 36’ mt Petrusic trasf. Montanari; 45’ mt Spezia trasf. Montanari; 51’ mt Spezia trasf. Montanari; 57’ mt Monza; 68’ mt Monza trasf; 73’ mt Monza trasf.; 78’ mt Cazzarini; 80’ mt Monza trasf.

È una Serie C dominante quella vista ieri contro il Rugby Monza: per 50 minuti i ragazzi di Simone Bossi martellano la difesa avversaria segnando 40 punti, prima di aprire le maglie in difesa e far sfogare i propri avversari fino al raggiungimento di un prezioso punto di bonus offensivo. La formazione cadetta ha sfoderato la miglior prestazione stagionale, a testimonianza del buon lavoro che stanno portando avanti i giovani leoni mostrando una crescita costante, sia dal punto di vista tecnico che mentale. Ha senza dubbio influito anche il fattore del pubblico: la partita si è disputata al “Piccoli” di Codogno, per sancire il forte legame di amicizia tra le due società che quest’anno collaborano per il campionato di Serie C, e la comunità rugbistica codognina ha risposto presente supportando i Lyons verso la vittoria.

La partita nel primo tempo è stata una vera dimostrazione di forza della formazione bianconera, che fin dai primi minuti ha messo in chiaro la propria superiorità atletica e nelle fasi statiche, soprattutto in touche, con gli avanti protagonisti delle prime due marcature con Malchiodi e Capitan Petrusic. Dopo una breve reazione da parte del Monza, che frutta 3 punti dalla piazzola, i Lyons non perdono confidenza e lucidità come successo in altre occasioni e tornano prepotentemente in attacco, cominciando anche a muovere il pallone al largo, come nella meta di Gherardi al 30’. I giovani leoni sentono la partita in pugni e attuano il forcing nel finale di frazione e arriva così anche la quarta meta, ancora con Petrusic, che fissa il risultato all’intervallo sul 26-3 e regala già il bonus offensivo ai bianconeri.

Nonostante il comodo vantaggio gli uomini di Bossi non staccano il piede dall’acceleratore a inizio secondo tempo, e chiudono definitivamente la pratica nei primi 10 minuti: è Spezia l’autore delle due mete che portano il punteggio sul 40-3, con la giovane apertura al primo anno seniores autore di una grande prestazione, la migliore di questo inizio campionato, che gli vale il premio di Man of the Match. Raggiunto il comodo vantaggio i Lyons abbassano un po’ i ritmi, concedendo campo alla panchina, e il Monza ritrova fiducia e campo per reagire: arrivano tre mete in 15’ che sono troppo poco per riaprire la partita quando mancano 10 minuti alla fine, ma che comunque risvegliano i giovani leoni, che per non rischiare si riportano in attacco e marcano al 78’ con Cazzarini, ristabilendo le distanze. Nel finale di partita c’è spazio per l’ultimo assalto del Monza, che frutta la quarta meta e il punto di bonus ai biancorossi.

La formazione cadetta dunque vince e convince, dimostrando grande solidità e  concretezza contro una squadra comunque in grado di non uscire mai dalla partita. Ora per i ragazzi di Simone Bossi ci sarà una settimana di stop, utile per recuperare qualche infortunato eccellente, prima della trasferta decisiva contro Cernusco, quarto in classifica, che potrebbe chiudere il discorso sul passaggio del turno al girone promozione.