Prima squadra

La striscia di vittorie si ferma a 11: La Sitav Rugby Lyons cade sul campo del CUS Ad Maiora

Grugliasco, stadio Impianto Albonico – Domenica 3 marzo 2019

Serie A, XIII giornata

Itinera Cus Torino v Sitav Lyons Piacenza 29-24 (4-4)

 

Marcatori: p.t. ‘16 m Arrigo t Guillomot (LP) 0-7, ‘20 m Guillomot t Guillomot (LP) 0-14, ’22 m Della Ragione (LP) 0-19, ’29 m Dezzani (ICT) t Columba 7-19, ’34 m Bruno (LP) 7-24, ’46 m Racca M. (ICT) t Columba 14-24, ’65 m Pedicini (ICT) t Columba 21-24, ’70 p Columba (ICT) 24-24, ‘75 m Bartoletti (ICT) 29-24.

 

Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951: Dezzani Alberto, Bartoletti Davide, Sacco Gregory (’60 Bussolino Massimiliano), Reeves George, Civita Andrea, Columba Facundo, Mantelli Elia, Merlino Andrea, Pedicini Giovanni, Spinelli Piergaspare, Perrone Gianmarco, Guzman Juan Cruz, Racca Mattia (’65 Filippini Nicholas), Lorenzo Novello (’50 Modonutto Roberto), Ulises Ezequ Garziera.

All. D’angelo

 

Sitav Lyons Piacenza: Arrigo Antonio, Boreri Jacopo, Della Ragione Raffaele (’55 Conti Marco), Subacchi Leonardo, Bruno Lorenzo Mattia, Guillomot Mathieu, Gherardi Marcello, Maselli Lorenzo Robin, Lekic Miralem (’57 Tarantini Francesco), Bedini Paolo, Pedrazzani Nicola, Grassi Alberto (’55 Salerno Matteo), Greco Daniele (’40 Bance Abdoul Nourou), Borghi Riccardo (’70 Potgieter Barend Jackobus), Grassotti Domenico (’60 Ceresa Francesco).

All. Solari

 

Arb. Roscini (Milano)

AA1 Ciaiolo (Torino)

AA2 Chiappa (Torino)

Cartellini: ’68 Ceresa (Lyons Piacenza)

Calciatori: Columba (Itinera Cus Torino) 1/1.

Note: giornata soleggiata, campo in buone condizioni, circa 200 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Itinera Cus Torino 5, Sitav Lyons Piacenza 2

Man of the Match: Bartoletti Davide (Itinera CUS Torino)

 

Si ferma a 11 la striscia di vittorie consecutive della Sitav Rugby Lyons, che dopo un primo tempo dominante getta via la vittoria nella ripresa, facendosi rimontare 17 punti di vantaggio. I due punti conquistati in classifica e la sconfitta dell’Accademia “Ivan Francescato” rende meno sanguinosa la sconfitta, con un vantaggio sulle inseguitrici che rimane di 17 punti.

 

La partita infatti è stata a lungo dominata dalla formazione bianconera, che dopo la prima fase di studio trova tre mete in 7’ mete che sembrano indirizzare decisamente la partita con la linea arretrata ancora una volta dominante: le segnature infatti portano la firma dei trequarti Arrigo, Guillomot e Della Ragione (al rientro dopo un brutto infortunio). Il prima tempo mostra la reazione del CUS Torino grazie alla bella marcatura di Dezzani, a cui i Lyons rispondono con la meta di Capitan Bruno in finale della prima frazione. Si va quindi all’intervallo sul punteggio di 7-24, complice anche i due errori dalla piazzola di Guillomot che non arrotondano il risultato quanto i bianconeri meritavano.

 

Nel secondo tempo la musica però cambia, con i Lyons che non riescono più ad imporre il proprio gioco e tornano a soffrire troppo in mischia, lasciando il pallino del gioco al CUS Torino e provando a gestire la situazione. Per  i primi 30’ i bianconeri concedono solo una meta ai piemontesi, che però non demordono e arrivano agli ultimi 15’ di partita con più energie e danno la svolta alla partita. Dal 67’ in poi arrivano due mete e un calcio di punizione che condannano alla sconfitta i Lyons dopo 11 partite, complice il cartellino giallo a Ceresa che taglia le gambe ai bianconeri troppo in sofferenza in mischia.

 

Il coach della Sitav Rugby Lyons Emanuele Solari trova comunque aspetti positivi alla giornata: “Abbiamo fatto una partita sulla falsariga dell’ultima sfida di due settimane fa: dopo aver conquistato il punto di bonus ci è mancato il cinismo per concretizzare ancora di più e ci siamo un po’ rilassati. Il primo tempo è stato davvero ottimo, e ha dimostrato che il piano partita che avevamo studiato era corretto. Poi nel secondo tempo abbiamo commesso troppi falli e non abbiamo più avuto il possesso, abbiamo sofferto troppo e nelle poche occasioni avuto non siamo riusciti a imporci sull’avversario, che in casa e con l’entusiasmo dalla loro parte nel finale ha preso il sopravvento.” Ora lo sguardo inevitabilmente deve essere rivolto al finale di stagione: “Dovremo stare più attenti alla disciplina e fare chiarezza nelle fasi di gioco più delicate. Questa partita può essere una sveglia per il prosieguo della stagione, in cui dobbiamo imparare a soffrire di più. Non penso che nei prossimi match cambieremo molto a livello di gioco, ma dovrà esserci solo più attenzione e disciplina, che ci servirà per arrivare più forti nel momento decisivo della stagione.”

 

Ora il campionato di Serie A si ferma per altre due settimane, dopo le quali i Lyons saranno attesi dalla sempre difficile trasferta di Recco, contro una squadra che da gennaio si è mostrata in netta ripresa. La sconfitta odierna fa sicuramente male, come tutte le sconfitte, ma servirà da stimolo per chiudere il campionato con una netta accelerazione.