Senza categoria

Il Verona Rugby si impone al Beltrametti

Piacenza, Stadio “Walter Beltrametti” – Sabato 28 settembre 2019

Sitav Rugby Lyons – Verona Rugby  

Marcatori: pt 2’ mt Capone Trasf. Guillomot; 5’ mt Soffiato trasf. Mortali, 40’ mt Geronazzo trasf. Mortali. St 4’ mt Capone, 26’ mt Spinelli trasf. Mortali, 33’ mt Buondonno

Sitav Rugby Lyons: Borzone, Capone, Paz, Conti, Bruno, Guillomot, Fontana, Bottacci, Petillo, Bance, Pozzoli, Pedrazzani, Acosta, Rollero, Cafaro. A Disp: Rapone, Greco, Salerno, Canderle, Tedeschi, Basilico, Via A., Via G., Bedini, Boreri, Subacchi.

All: Garcia, Baracchi

Verona Rugby: Cruciani, Geronazzo, Lupini, Mortali, Buondonno, Gentili, Soffiato, Riccioli, Rossi, Spinelli, Riedo, Salvetti, Longwell, Silvestri, D’Agostino. A Disp. Bertucco, Ferrari, Forzin, Paghera, Ponzi, Ambrosi, Contri, Perotto, Fioravanzo, Girelli.

All: Ansell

Arb: Imbriaco (Bologna)

Cartellini

Calciatori: Guillomot 1/2 , Mortali 3/3,

Termina con una sconfitta la prima stagionale dei Lyons, che dopo un primo tempo disputato con grande personalità si sciolgono nella seconda frazione facendo scappare via il Verona Rugby fino al 12-26 finale. Sconfitta sicuramente pesante, ma da cui bisogna saper ripartire in vista della nuova stagione.

Partenza subito forte dei Lyons, che al 2’ trova la marcatura pesante con un intercetto di Capone per il primo vantaggio della partita, arrotondato da Guillomot dalla piazzola: determinante la pressione dei trequarti bianconeri nell’area dei 22 avversaria. La risposta veronese non si fa attendere, con una lunga azione che porta alla meta del mediano di mischia Soffiato: Mortali pareggia dalla piazzola al 5’. Tornano in attacco i Lyons prontamente e provano il forcing per 25’, con Paz e Guillomot che seminano il panico senza riuscire a finalizzare. Verona trova così la forza per reagire e su un contrattacco trova la meta del sorpasso allo scadere della prima frazione: risultato ingiusto per i Lyons che hanno dominato il possesso e il territorio senza riuscire a concretizzare per qualche imprecisione dei trequarti e in touche, ma agli Scaligeri va al merito di aver difeso molto bene la propria linea di meta.

I Lyons, dopo la prima girandola di cambi, nel secondo tempo partono ancora con lo spirito giusto, e da un invenzione di Paz al 4’ arriva la seconda meta personale di Capone, vero finisseur della squadra: Guillomot manca la trasformazione del pareggio e risultato sul 12-14. Segue una lunga fase di equilibrio, in cui le difese hanno la meglio e aumenta un po’ la confusione a causa dei cambi. A risolvere la situazione è ancora il Verona Rugby, che al 26’ aumenta la pressione in difesa e forza i Lyons all’errore: arriva così la meta di Spinelli, che con la trasformazione di Mortali mette al sicuro i suoi. A questo punto i Lyons iniziano a perdere colpi, e arriva la quarta meta degli Scaligeri con Buondonno dopo un enorme lavoro degli avanti, che nella seconda frazione hanno sopraffatto gli avversari: parziale di 26-12 per gli ospiti. Gli ultimi minuti scivolano via senza particolari sussulti, con i bianconeri incapaci di reagire e il Verona che difende il vantaggio

 

Il nuovo Head Coach Gonzalo Garcia vede comunque il bicchiere mezzo pieno dopo questa prova a metà: “Sono soddisfatto delle prestazioni di alcuni singoli: la stagione è lunga e non bisogna guardare al risultato, perché noi vogliamo ottenere dei risultati sul lungo periodo. Ci siamo impegnati bene nella fase fisica e abbiamo un’ottima base su cui lavorare: siamo fiduciosi. Dobbiamo continuare lavorare e avere fiducia nel nostro gioco.”

Una sconfitta sicuramente bruciante ma da cui si possono sicuramente trovare buoni spunti per ripartire: a partire da un cambio di atteggiamento con maggior intensità e cattiveria agonistica, per lavorare meglio anche su alcuni aspetti tecnici come i punti d’incontro e le fasi statiche, veri punti deboli evidenziati oggi. Tra una settimana si farà già sul serio sul campo del Valorugby Emilia per la Coppa Italia, e i Lyons sono chiamati a rialzare subito la testa per partire con il piede giusto nella prossima fondamentale stagione.