Senza categoria

Presentata ufficialmente la nuova società ASD Pantere Lyons: “Un’opportunità unica”

Martedì 3 settembre è già un giorno storico per il rugby femminile a Piacenza, con la creazione della neonata società ASD Pantere Lyons, che segna una svolta per tutto il movimento e offre nuove opportunità alle giocatrici piacentine: “È un giorno veramente molto emozionante – ci dicono in coro Brenda e Noa, due delle rugbiste più esperte della squadra – perché aspettavamo un’occasione così da tanto tempo: dopo anni di sacrifici e fatiche portate avanti da noi giocatrici e dai nostri accompagnatori finalmente avremo alle spalle una struttura societaria collaudata che ci aiuterà e sosterrà nel nostro percorso, oltre alla possibilità di avere finalmente una sede sociale e un campo di allenamento regolamentare che ci permetta di allenarci a un livello più alto e ad attirare nuove giocatrici nella nostra squadra.”

La presentazione della squadra, con tutte le giocatrici coinvolte, è avvenuta nel pomeriggio di martedì 3 settembre, alla presenza, tra gli altri, del Capitano di Sitav Rugby Lyons Lorenzo Maria Bruno, del presidente di ASD Rugby Lyons Guido Pattarini e del presidente della neonata società Sandro Spezia, che ha illustrato il progetto e come si è arrivati alla creazione di questa nuova realtà: “Quello tra Rugby Lyons e Pantere Rugby è stata un unione piuttosto naturale: il rugby femminile a Piacenza negli ultimi anni è senza dubbio cresciuto in modo importante, con le ragazze delle Pantere che hanno anche ottenuto dei risultati egregi a livello nazionale in Coppa Italia tra le mille difficoltà che loro ben conoscono, e molte di loro aspiravano una salto di qualità deciso; mentre da parte di Rugby Lyons da almeno un anno è nata questa volontà di inserire nella nostra famiglia una compagine femminile, andando a colmare un vuoto per una società che ambisce al vertice del rugby italiano come noi. Oltre alle formazioni maschili ora puntiamo a far crescere anche questo progetto ambizioso, che prevede frutti a lungo termine.”

“Per favorire la crescita delle nostre giocatrici – prosegue Sandro Spezia – abbiamo stretto un accordo con il CUS Milano, società già affermata nel rugby femminile e logisticamente a noi favorevole. L’accordo è strutturato su più categorie, a partire dall’Under 14 e dall’Under 16, dove le nostre ragazze parteciperanno ai concentramenti regionali tra le fila del CUS, in attesa di avere numeri sufficiente per schierare una formazione tutta nostra. A livello di Under 18 e Seniores invece le nostre squadre parteciperanno con i nostri colori alla Coppa Italia, torneo nazionale che si disputa nella versione del Rugby a 7, anche in questo caso aiutate dalle giocatrici del CUS Milano che infoltiranno le nostre fila. Purtroppo quest’anno in Emilia – Romagna non ci sono sufficienti squadre per formare un girone autonomo, e saremo costretti a traslocare nel girone Lombardo: una sfida in più per le nostre ragazze che si misureranno con nuove sfide e dovranno tenere alto il nome della nostra regione, dopo l’ottimo lavoro svolto negli ultimi anni.”

Ma la novità più significativa e che apre porte mai esplorate per le giocatrici delle Pantere riguarda proprio il movimento seniores, come spiega con una punta di orgoglio il presidente Sandro Spezia: “Grazie all’accordo con CUS Milano, che a livello seniores partecipa alla Serie A Femminile, massimo campionato italiano che si gioca nella versione “normale” a 15, per le nostre giocatrici ci sarà la possibilità di scendere in campo tra le fila della formazione milanese e confrontarsi con l’élite del rugby femminile italiano, un’opportunità impensabile solo fino a poco tempo fa.”

Alla presentazione della squadra era presente anche il nuovo allenatore delle Pantere Rugby, il viadanese Cristiano Zanini, tecnico già affermato sia nel rugby femminile che a livello seniores maschile: “Ho allenato per diversi anni la squadra femminile del Colorno ottenendo ottimi risultati in un momento storico dove il rugby femminile non era considerato come oggi, poi negli ultimi cinque anni ho allenato diverse squadre maschili della mia zona. Ho deciso di tornare a mettermi in gioco nel rugby femminile perché lo ritengo un movimento in crescita, con ancora tanti margini e perché dà ancora soddisfazioni a più livelli.” Zanini ha parlato anche della squadra e delle ambizioni future della neonata società: “Negli ultimi anni ho visto giocare qualche volta le ragazze più grandi nei tornei di Coppa Italia, ma non posso dire di conoscere ancora bene le giocatrici e i punti su cui lavorare di più. La prima cosa su cui vogliamo lavorare è creare un gruppo coeso, una base su cui lavorare sia in vista della stagione agonistica, che inizia a ottobre per la Coppa Italia, sia per il futuro: il nostro grande sogno è arrivare, nel giro di qualche anno, a poter schierare una formazione per il campionato a 15, e per far questo dovremo anche lavorare molto bene sul reclutamento di nuove giocatrici fin dall’Under 14.”

Inizia dunque una nuova avventura per le ragazze delle Pantere Rugby, che entrano ufficialmente a far parte della grande famiglia Lyons. Dopo il primo giorno di ritrovo, foto di rito e anche un po’ di emozione, arriva già il momento di scendere in campo per i primi allenamenti, che iniziano ufficialmente nella serata di mercoledì 4 settembre. Non ci resta che augurare un grosso “In Bocca al Lupo” per tutte le giocatrici, lo staff tecnico e i dirigenti, per questa grossa opportunità che può significare un grosso passo avanti per tutto il movimento piacentino.