NewsSeconda squadra

La Seconda Squadra fa la voce grossa e ora è in testa da sola

Reno Rugby Bologna – Sitav Rugby Lyons 6-26 (0-5)

Sitav Rugby Lyons: Montanari, Rattotti, Di Lucchio, Molinari, Rivetti, Groppelli N, Gherardi (vcap), Bedini (cap), Borghi, Bassi, Zazzi, Pozzoli, Groppelli G, Canderle F, Cantù. A Disp: Groppi, Atanasov, Cazzarini, Valeri, Dhima, Rossi, Dallavalle. All. Bossi

Tabellino: pt 3’ cp Reno (3-0), 11’ cp Reno (6-0), 22’ mt Bedini (6-5), 35’ mt Bedini tr Groppelli N (6-12) st 17’ mt Canderle tr Groppelli N (6-19), 30’ mt Bedini tr Groppelli N (6-26)

Grandissima prestazione della nostra squadra cadetta, che domina il confronto al vertice della classica con il Reno Bologna portando a casa una rotonda vittoria con punto di bonus offensivo. Su un campo reso pesante dalla pioggia che ha condizionato il match nel primo tempo, i ragazzi di Simone Bossi non si sono fatti intimorire, prendendo progressivamente possesso del campo senza subire nulla dal punto di vista fisico, uno degli aspetti in cui i giovani leoni potevano andare più in difficoltà. Invece grazie a una feroce difesa e a un uso tattico del piede da manuale, viste le condizioni climatiche, i Lyons hanno dominato quella che sulla carta si presentava come la sfida più difficile della prima fase, contro una squadra appena retrocessa dalla Serie B e finora a punteggio pieno.

I primi 10 minuti del match sono gli unici in cui i bianconeri soffrono, più per demeriti propri, e l’indisciplina costa due calci di punizione facili per i padroni di casa, che si ritrovano subito sul 6-0. Ma dopo questo primo sbandamento la metà campo dei Lyons sarà quasi irraggiungibile per il Reno Bologna per tutto il resto della partita, con la pressione Lyons sempre più alta, fino a che Capitan Bedini non si carica la squadra sulle spalle e firma le due mete del sorpasso mostrando sia potenza che agilità, soprattutto nella seconda marcatura in cui semina almeno 5 avversari prima di arrivare in meta. Si va al riposo sul 6-12 per i Lyons.

Nel secondo tempo la musica non cambia: i bianconeri dominano le fasi statiche macinando metri e calci di punizione in mischia e touche, certificando l’ottima prova di tutti gli avanti dei Lyons e della prima linea in particolare. Dopo due tentativi dalla piazzola falliti da Nicholas Groppelli il forcing bianconero trova i suoi frutti con Canderle, che marca la terza meta dei suoi e spezza definitivamente le speranze degli avversari. I Lyons però non demordono, cercando il punto di bonus offensivo e trovando la quarta meta ancora con Bedini, autore di una tripletta e vero dominatore della contesa.

Dopo questa roboante vittoria si aprono ottime prospettive per i giovani Leoni: complice la sconfitta a sorpresa del Rugby Noceto Cadetta ora i bianconeri sono primi in solitaria, con 5 punti di vantaggio sulle inseguitrici. Il campionato è ancora agli inizi, con una seconda fase che potrebbe rimescolare tutto, ma già questa è un’ottima iniezione di fiducia per i ragazzi di Simone Bossi, che nella prossima giornata di campionato sfideranno proprio la formazione nocetana, per allungare ulteriormente in classifica.