Prima squadra

Guillomot regala la vittoria allo scadere

 

Piacenza, Stadio Walter Beltrametti – domenica 2 febbraio 2020

Peroni TOP12, X Giornata  

Sitav Rugby Lyons v SS Lazio Rugby 1927 19-18 (10-8)

Marcatorip.t.  16’ mt Bonifazi (0-5), 32’ cp Guillomot (3-5), 36’ cp Cozzi (3-8), 40’ mt Guillomot tr Guillomot (10-8)

 s.t. 50’ cp Guillomot (13-8), 57’ cp Guillomot (16-8), 69’ mt Lomidze tr Cozzi (16-15), 76’ cp Cozzi (16-18), 84’ drop Guillomot (19-18)

Sitav Rugby Lyons: Via G (70’ Borzone); Capone, Paz, Conti, Bruno (cap); Guillomot, Fontana; Bottacci, Petillo, Bance (55’ Lekic); Grassotti, Cemicetti (50’ Pedrazzani); Stewart (60’ Salerno), Rollero (44’ Cocchiaro), Acosta

All. Davide Baracchi

SS Lazio Rugby 1927: Cozzi; De Gaspari, McCann, Lo Sasso (55’ Bonifazi), Vella (12’ Bonifazi); Cantarutti, Loro; Duca (56’ Giancarlini), Ercolani, Filippucci (cap); Lomidze, Milan; Forgini (50’ Di Roberto), Ferrara, Quiroga (45’ Garfagnoli)

All.  Daniele Montella

Arb.: Matteo Liperini (Livorno)

AA1 Francesco Meschini (Milano) AA2 Lorenzo Imbriaco (Bologna)

Quarto uomo: Alfonso Poggipollini (Bologna)

Cartellini:

Calciatori: Mathieu Guillomot (Sitav Rugby Lyons) 4/5; Francesco Cozzi (SS Lazio Rugby 1927) 3/4

 Note: Giornata tiepida e coperta, campo pesante, spettatori presenti circa 400

Punti conquistati in classifica:  Sitav Rugby Lyons 4 , SS Lazio Rugby 1927 1

Player of the Match:  Mathieu Guillomot (Sitav Rugby Lyons)

 

Arriva la vittoria, finalmente. Una vittoria in pieno stile Lyons: di cuore, grinta e coraggio. Non è stata la miglior partita disputata dagli uomini di Garcia e Baracchi, ma quello contava era conquistare i quattro punti e rilanciarsi in chiave salvezza. Il drop di Guillomot allo scadere fa esplodere il Beltrametti, dopo che per l’ennesima volta i minuti finali sembravano condannare i Leoni alla sconfitta. Questa volta i bianconeri hanno saputo reagire e strappare un successo importantissimo.

Lyons che partono subito all’attacco, recuperando il calcio di inizio e mettendo pressione alla Lazio: una serie interminabile di pick and go viene fermata non senza difficoltà dai biancocelesti, che recuperano la palla con un turnover. I bianconeri restano comunque in zona d’attacco, conquistando un calcio di punizione in mischia che viene sfruttato per risalire il campo, senza però trovare grossa fortuna. All’11’ minuto prima occasione per Guillomot di muovere il tabellino, con il francese che però non riesce a punire l’indisciplina dei biancocelesti. La Lazio trova la fiammata giusta al 16’, trovando impreparata la difesa Lyons su un contrattacco: il varco viene trovato da Cozzi che spiana la strada per la volata di Bonifazi, che segna la prima meta dell’incontro, alla prima azione d’attacco della Lazio. Per recuperare i bianconeri si affidano alla propria mischia, che prende il sopravvento nelle fasi statiche, conquistando un paio di calci di punizione. L’azione più pericolosa arriva al 27’ con Capitan Bruno a un passo dalla meta dopo aver recuperato un calcio di Fontana, ma nella successiva fase di gioco il pallone viene perso in avanti dagli avanti bianconeri. 10 minuti di dominio territoriale portano i primi frutti al 32’, quando Guillomot è finalmente preciso dalla piazzola per il momentaneo 3-5. La risposta della Lazio è immediata, con due grossi errori dei Lyons che concedono a Cozzi la possibilità di ristabilire le distanze dalla piazzola: 3-8 al 36’. Il forcing finale dei Lyons viene premiato con la meta di Guillomot allo scadere del primo tempo: magia del francese che trova un varco nella difesa della Lazio, stanca dopo diversi minuti di apnea, e rompe due placcaggi per arrivare in mezzo ai pali, regalando il primo vantaggio della partita ai suoi.

La ripresa parte con la Lazio che prova a rispondere subito, ma il pallone viene perso da Ducanei 22 metri bianconeri. Quando i Lyons sono in possesso di palla la Lazio prova ad alzare la pressione, ma con essa arrivano anche dei falli che permettono ai bianconeri di risalire il campo, fino al tentativo di Guillomot al 50’, che centra i pali da 40 metri portando i suoi sul +5. La partita si sporca, le squadre sono nervose e ci sono diversi errori da entrambe le parti, con la Lazio che non riesce a impensierire la difesa Lyons. i bianconeri trovano ancora un’altra occasione per allungare con un piazzato di Guillomot, e il francese trova ancora i pali portando i suoi sopra break al 57’.

Gli ultimi 20 minuti sono tutti al cardiopalma, con la Lazio che prova a rientrare in partita disperatamente: dopo 10 minuti di assedio e una lunga serie di pick and go Lomidze riesce a varcare la linea di meta al 69’, riaprendo i giochi e portando a – 1 i biancocelesti, che ora possono crederci. Al contrario i Lyons perdono certezze, e non riescono più a reagire, finendo per concedere il calcio di punizione del sorpasso al 76’. La posizione è da 40 metri, Cozzi indirizza bene il calcio che è anche fortunato: rimbalzo sulla traversa e palla che entra. Lazio che si porta sul 16-18 a pochi minuti dalla fine. C’è ancora tempo per un disperato attacco finale dei Lyons, che guadagnano terreno con i trequarti e arrivano a giocare nell’area dei 22 biancoceleste. Dopo una lunga serie di fasi l’arbitro assegna un vantaggio per un fallo, e Guillomot prova il drop della vittoria: La palla entra tra i pali ed è festa grande al Beltrametti. I Lyons tornano a gioire.

La battaglia è stata dura e intensa, ma non ci si può ancora sedere sugli allori. La situazione di classifica rimane critica, e i bianconeri sono attesi da un’importante a trasferta a San Donà, un’altra squadra che ha bisogno di una scossa per raddrizzare la stagione. Fare punti anche fuori casa darebbe un’ulteriore spinta ai Lyons per affrontare il girone di ritorno con il pieno della fiducia. Dopo questa vittoria, si respira già un’aria più leggera.