05/10/2014
12/10/2014
19/10/2014
26/10/2014
02/11/2014
PRIMO PIANO
TEMA DEL MESE
Pos. Squadra Punti

26/10/2014 - Superato anche il Cus Torino: i Lyons allungano su Recco e Reggio Emilia

CUS Torino – Sitav Rugby Lyons 15 – 41 CUS Torino: Reeves, Murgia (35'st Bracco ), Civita, Aspeling, Perju, Bombonati (40' st Musso), Jaluf, Ursache, Merlino, Carbone (27' st Pellegrini), Malvagna (4' st Sebastiano Lo Greco), Bandieri, Racca (2' st Modonutto), Lo Fa... --> Mostra Tutto
Torino 2014
1.ASD Rugby Lyons15
2.Pro Recco12
3.Rugby Reggio9
4.Cus Torino5
5.Piacenza Rugby5
6.Cus Genova4
ULTIMISSIME

26/10/2014 - U16-Sconfitta di misura contro gli Amatori Parma

(Elite Under 16 26/10/2014, 3^ Giornata Andata)

Lyons - Amatori Parma              21 - 22 (Mete 3-4)

LYONS - Formazione

Beltramini Alessandro; Belforti Federico; Via Giovanni (Vice Capitano); Malta Samuele;  Spezia Luca; Groppelli Nicholas; Dal Capo Mattia; Bedini Paolo (Capitano); Valeri Andrea; Caruso Davide; Stocchi Nicolò; Pozzoli Lorenzo; Di Stefano Cristian; Borghi Riccardo; Cattani Lorenzo.

A Disp.           Molinari Dario; Pinotti Andrea; Monsoni Riccardo; Lamberti Francesco; Rubba Michael; Dhima Claudio, Colpani Francesco.

Marcature Lyons:

Mete:  Bedini Paolo(2); Belforti Federico(1).

Trasformazioni:      Groppelli Nicholas            1 su 1

                                Via Gionanni                    2 su 2.

Calci piazzati           Via Giovanni                     0 su 1.

Allenatori: Boiocchi Oscar; Cornelli Lorenzo; Bergamaschi Fabio.

Ottima giornata dal punto di vista climatico, la partita che ci vede in campo contro la formazione degli Amatori Parma già si sa che non sarà facile, incontro tradizionale, quasi un derby, partita molto sentita da ambo le parti, clima (sportivo) abbastanza teso, le squadre risultano molto equilibrate, ritmi molto sostenuti,  risultato da cardiopalmo con continui cambiamenti di fronte.

L’incontro comincia puntuale alle 12:30  e subito, dopo pochissimi minuti, gli Amatori ci sorprendono con una meta non trasformata, ancora pochi minuti e un fallo appena fuori dai nostri ventidue offre l’occasione alla squadra di Parma di allungare le distanze ma il calcio non entra, dopo alcune azioni in cui i nostri leoni dimostrano di aver preso coscienza della situazione e pressano gli avversari in modo convincente realizziamo la nostra prima meta che ci porta con il risultato a 7 per noi e 5 per gli avversari, ancora qualche minuto di gioco bello e sofferto da entrambe le parti e cala il sipario sulla prima fase di gioco.

Nel  secondo tempo abbiamo a disposizione un calcio in posizione abbastanza favorevole ma non riusciamo a realizzare, marchiamo una meta trasformata e arriviamo a 14 a 5 per noi, questo sarebbe il momento di chiudere la partita alzando il ritmo in attacco e serrare le fila in difesa ma non succede così; gli Amatori segnano due mete quasi consecutive trasformandone una sola 14–17 seguono alcuni minuti di gioco determinato e finalmente violiamo ancora la loro area di meta 21-17 mancano sette o otto minuti alla fine della partita, pochi ma sufficienti per permettere agli avversari di segnare un’altra meta, grazie ad un nostro errore ormai familiare non riusciamo ad occupare gli spazi nel campo permettendo agli avversari di entrare nei buchi che si formano, la meta non viene trasformata 21-22; a pochi secondi dalla fine ci tocca la possibilità di calciare una punizione, ma, i ragazzi, non tentano i pali e chiedono all’arbitro se c’è tempo per buttare il pallone fuori e ricominciare poi con una rimessa laterale in nostro favore ma il tempo è scaduto, siamo costretti a giocare alla mano, inizia l’ultima azione e arriviamo molto vicini all’area avversaria ma commettiamo un fallo e i parmensi buttano il pallone fuori, partita finita, sconfitti 21–22 o 21–24, come verrà scritto nel referto (forse è sfuggita una trasformazione degli Amatori), ha poca importanza, però tentando almeno la punizione avremmo potuto pareggiare. Gli Amatori, durante la partita prendono due cartellini gialli.

Mi è stato suggerito di scrivere due righe a proposito del comportamento del pubblico durante l’incontro, io ero dall’altra parte del campo e non ho capito bene fino in fondo cosa possa essere successo, però mi sento di dire che il comportamento del pubblico dovrebbe limitarsi a sostenere la propria squadra, anche in modo colorito e fantasioso; sicuramente da evitare sono ingiurie e insulti all’arbitro, commentare ad alta voce le decisioni dell’arbitro o suggerire i falli allo stesso è comportamento  inutile e dannoso per tre ragioni: primo perché non ho mai visto un arbitro cambiare o prendere decisioni in funzione dei suggerimenti del pubblico, secondo perché, probabilmente, va ancora più in confusione con maggiori probabilità di sbagliare e terzo perché questo comportamento indispone l’arbitro e rende sempre più antipatici ai suoi occhi i giocatori della squadra del tifoso che esterna il suo malumore. Se prendersela con un arbitro è, non solo sbagliato, ma come ho detto prima anche dannoso (e io non sono esente dall’aver tenuto questo atteggiamento), prendersela con un  giocatore della squadra avversaria, se possibile, lo è ancora di più, non credo sia questo lo spirito di partecipazione e l’insegnamento che vogliamo trasmettere ai ragazzi.

La prossima siamo a Reggio Emilia, la strada è sempre più in salita ma dobbiamo mettercela tutta, questo è il campionato Elite.



26/10/2014 - Superato anche il Cus Torino: i Lyons allungano su Recco e Reggio Emilia

CUS Torino – Sitav Rugby Lyons 15 – 41

CUS Torino: Reeves, Murgia (35'st Bracco ), Civita, Aspeling, Perju, Bombonati (40' st Musso), Jaluf, Ursache, Merlino, Carbone (27' st Pellegrini), Malvagna (4' st Sebastiano Lo Greco), Bandieri, Racca (2' st Modonutto), Lo Faro (31' st Martina), Montaldo (35' st Maso). A disposizione: Carlalberto Lo Greco. All.: Andre Bester

Rugby Lyons: Rossi, Amadasi (25' st Gherardi), Mortali, Missaglia, Subacchi (35' st Bellassi), Pasini, Colpani (25' st Cammi), Bance (27' st Prette), Larsen (31' st Bance), Benelli, Fornari, Merli (23' st Bosoni), Staibano (13' st Paoletti), Ferri (15' st Silvestri), Vitiello (13' st Singh). All.: Kelly Rolleston. 

Arbitro: Luca Trentin (Lecco)

Marcatori: 11' mt Larsen tr Mortali Mi. (0-7), 15' mt Larsen tr Mortali Mi. (0-14), 19' mt Malvagna (5-14),25' mt Amadasi tr Mortali Mi. (5-21), 29' mt Bombonati (10-21), 46' mt Perju (15-21), 59' mt Amadasi tr Mortali Mi. (15-28), 77' cp Mortali Mi. (15-31), 80' mt Gherardi tr Mortali Mi. (15-38), 80'+4' cp Mortali Mi. (15-41)

Terzo successo consecutivo per i Lyons che, dopo essersi imposti sul Reggio Emilia, hanno superato anche il Cus Torino con un netto 41 a 15. Spettacolare la prestazione dei bianconeri che avevano messo a segno due mete in meno di un quarto d’ora con uno scatenato Travis Larsen. I bianconeri hanno poi dovuto subire la reazione del Cus Torino che ha accorciato le distanze con Malvagna, a cui hanno risposto con Amadasi in meta al debutto. Tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa i piemontesi hanno dato il tutto per tutto prima marcando con Bombonati e poi, dopo aver resistito con l’uomo in meno senza subire punti, marcando con Perju. Quando la partita sembrava potersi riaprire in favore dei torinesi è però arrivata la zampata dei Lyons che hanno premuto il piede sull’acceleratore e hanno marcato prima con Amadasi e poi con Gherardi chiudendo definitivamente l’incontro. Oltre alle prime marcature in bianconero per Larsen e Amadasi bisogna segnalare la straordinaria prestazione di Michele Mortali che ottiene il premio come man of the match per la terza volta consecutiva.

I Lyons difendono l’imbattibilità stagionale e allungano sulle inseguitrici in classifica. Infatti il Reggio Emilia è andato incontro, in casa del Cus Genova, al secondo stop consecutivo, mentre la Pro Recco ha mancato il punto di bonus contro il Piacenza. La settimana prossima i bianconeri chiuderanno il girone di andata ospitando il Cus Genova.



26/10/2014 - U14 - 4° giornata - Colorno

RUGBY COLORNO -  LYONS VALNURE 1  5 -41

Presenti: Baiocco, Losi, Mela, Oppizzi A., Mori B., Tavelli, Castagnola, Tuminello, Bongiorni, Moretto, Molina, Perazzoli, Solenghi T., Solenghi F., Rizzitello, Negri, Cristalli, Ferrari, Mazzoni

All. Barroni, Carini, Parmigiani

mt: 4 Tuminello, Mela, Perazzoli, Moretto tr: 2 Mori B., Perazzoli

 

RUGBY NOCETO -  LYONS VALNURE 2  5 -67

Presenti: Cuminetti, Zanasi, Cirillo, Oppizzi D., Guagnini, Mori, Di Masi, Profiti, Maserati, Chiappini, Espinoza, Malta, Zanon, Barabaschi, Scotti, Orsi, Russo, Sartori, Monzani, Pezzoni.

All. Barroni, Carini, Parmigiani

mt: 4 Cuminetti, 3 Profiti, Zanasi, Di Masi, Zanon, Malta tr: 4 Mori B, 2 Cuminetti

 

Un bel pomeriggio autunnale, cielo limpido, temperatura fresca ma non troppo, un clima ideale per correre e giocare. Le due formazioni dell’U14 schierate sul campo di Colorno non si sono tirate indietro dando vita a due belle partite. I grandi riscattano la prestazione opaca delle precedente settimana, vincendo contro il Colorno con 7 mete a uno. Per lunghi tratti gli avversari sono stati schiacciati nella loro metà campo, e solo dopo la girandola delle sostituzione e con la testa ormai negli spogliatoi il Colorno è riuscito a marcare la meta. In campo questa volta si è vista una squadra che ha difeso bene, a fatto girare l’ovale, è salita compatta e nessuno si è tirato indietro nel placcaggio. Il bottino poteva essere più ampio con qualche errore in meno in fase di trasmissione di palla, o più attenzione nei recuperi e nel sostegno al compagno nei ventidue metri degli avversari. Ammonito un ragazzo del Colorno per gioco antisportivo.

I piccoli invece hanno affrontato la formazione del Noceto. Il divario tecnico evidenziato dal punteggi, 11 mete contro una, si è visto in campo, dove nonostante gli avversari fossero superiori fisicamente hanno evidenziato le lacune tecniche di una squadra giovane in fase di costriuzione. La maggiore velocità e reattività della nostra squadra è stata la chiave di volte della partita, accompagnata da una buona serie di placcaggi. Il Noceto ha colpito solo nel finale della partita. Due belle partite che fanno morale, ed evidenziano il buon lavoro svolto durante gli allenamenti.



25/10/2014 - L'agenda del weekend: a Torino per difendere il primato

Dopo il memorabile weekend della settimana scorsa, in cui i Lyons hanno strapazzato il Reggio Emilia, i bianconeri si preparano ad affrontare la quarta giornata del campionato di serie A con la seconda trasferta consecutiva. Questa volta faranno tappa a Torino per sfidare un’altra formazione di alto livello, seconda nel campionato di A2 la scorsa stagione. I Lyons dovranno ripetere le prestazioni delle ultime partite per difendere la vetta e presentarsi da capolista all’ultimo incontro del girone di andata.

Appuntamento importante anche per i ragazzi dell’Under 18 che, approfittando dello stop del campionato regionale, disputeranno la prima giornata del campionato di Rugby Seven di cui i Lyons si sono fatti grandi sostenitori e promotori. Un’occasione importante per i bianconeri e tutti i ragazzi dell’Under 18 per prendere confidenza con una variante del rugby poco praticata in Italia, ma che sarà disciplina olimpica dal 2016. Il primo concentramento si disputerà proprio domenica a partire dalle ore 11.00 a Modena.

A Piacenza invece sarà impegnata l’Under 16 élite che dovrà confrontarsi con il fortissimo Amatori Parma. Obiettivo dei giovani Lyons è confermare le prestazioni a cui ci hanno abituati negli ultimi due anni.

Scenderanno in campo invece sabato pomeriggio a Colorno le due formazioni Under 14, mentre domenica dalle 10.00 il Settore Propaganda parteciperà a un concentramento a Fiorenzuola.



21/10/2014 - Primo concentramento del Propaganda

Domenica 19 è finalmente incominciata la stagione del Propaganda  con una bella giornata di rugby a Guastalla.
I Lyons si sono presentati in un buon numero (più di 50 i ragazzi che si sono presentati sul campo) e gli amici di Guastalla hanno confermato l’ottima accoglienza già offertaci l’anno scorso (non è comune mangiare la pasta ad un concentramento…..)
Anche il livello delle gare è stato già molto alto, con tante squadre “toste” che hanno messo a dura prova i nostri leoncini. Meglio così: solo lottando con i migliori si può crescere.
Ottima la prova dell’U8 che ha perso una sola partita, mentre l’U10 ha dovuto scontare l’arrivo quest’anno di tanti giocatori nuovi.
La 12 ha schierato due squadre equilibrate (che infatti hanno concluso appaiate  al 5° posto, che hanno lottato alla pari con i  migliori, scontando, come consuetudine,  differenze di peso “importanti”.

Un bellissimo episodio alla fine della partita di una della formazioni U12 con il Noceto: perdiamo 3-2 per una meta all’ultimo secondo, nata da una punizione che a tutti sembrava dovesse essere data a nostro favore. Alla fine chiediamo spiegazioni all’arbitro e  quest’ultimo viene dai nostri ragazzi a spiegare che ha visto male chiede scusa per essersi sbagliato e fa’ loro i complimenti per come hanno giocato e lottato.  Speriamo che questo serva a tutti per capire che così come ci stanno i nostri errori (l’arbitro ha sbagliato, ma la meta l’abbiamo poi presa noi….) dobbiamo accettare anche gli errori dell’altro e nessuno è infallibile.



20/10/2014 - Vincono anche i cadetti: superato il Guastalla

Sitav Rugby Lyons – Guastalla 19 – 13

Sitav Rugby Lyons: Boreri, Bellassi, Subacchi, Cacciatore, Montanari S., Rossi E., Rivetti, Hess, Tarantini, Campioni, Moretto, Dimroci, Rossi G., Prette, Greco. A disp.: Cantù, Filios, Delforno, Atanasov, Rattotti, Alfonsi E., Valverde.

Marcatori: Lyons: Rossi E. 4 cp 1 tr, Subacchi mt. Guastalla: 2 cp; 1 mt; 1 tr

Note: 80’ cartellino giallo Dimroci.

Secondo successo consecutivo per i cadetti della Sitav Rugby Lyons che, dopo il brillante successo di Carpi si sono ripetuti contro il Guastalla, avversario ben più consistente. Una vittoria di misura con una meta per parte e il piede di Edo Rossi a fare la differenza. Dopo un primo tempo in perfetto equilibrio terminato sul 6 a 6 i bianconeri hanno preso il sopravvento nella ripresa grazie alla meta del giovanissimo Subacchi e ai calci di Rossi. Approfittando della superiorità numerica per il giallo rimediato da Dimroci il Guastalla ha raggiunto la meta nel finale quando però i giochi erano ormai chiusi. Prossimo appuntamento già sabato prossimo contro il Giallo Dozza, la formazione del carcere di Bologna contro cui i Lyons proveranno a difendere l’imbattibilità.

 



19/10/2014 - U16 - Battuta di arresto a Modena

(Elite Under 16 19/10/2014, 2^ Giornata Andata)

Modena - Lyons               19 - 12 (Mete 3-2)

LYONS - Formazione

Beltramini Alessandro; Belforti Federico; Spezia Luca; Via Giovanni (Vice Capitano); Bonetti Tommaso;Groppelli Nicholas; Dal Capo Mattia; Bedini Paolo (Capitano); Eddoukali Daoud; Caruso Davide; Valeri Andrea; Pozzoli Lorenzo; Stocchi Nicolò; Borghi Riccardo; Pinotti Andrea.

A Disp.           Cattani Lorenzo; Bozzi Riccardo; Di Stefano Cristian; Monsoni Riccardo; Malta Samuele; Caridi Guglielmo; Dhima Claudio.

Marcature Lyons:

Mete:  Bedini Paolo(1); Bonetti Tommaso(1).

Trasformazioni:      Groppelli Nicholas                        1 su 2.

Allenatori: Boiocchi Oscar; Cornelli Lorenzo; Bergamaschi Fabio.

Come al solito risulta più difficile commentare una sconfitta piuttosto che una vittoria ma nel rugby, si sa, quando si perde è perché gli avversari sono stati più bravi, e anche oggi è andata così. Il Modena ha una buona squadra con alcuni elementi di spicco, sia per capacità che per fisicità, una mischia più pesante permette di recuperare più palloni da giocare e quindi più occasioni per andare in meta, una buona dose di aggressività sui punti di incontro favorisce il recupero dell’ovale; la squadra del Modena ha dimostrato di avere queste qualità, ha giocato di più e ha meritato di vincere.

I nostri problemi, a mio avviso, sono in parte dovuti, come al solito, ad una sostanziale differenza di peso, fisico, rispetto agli avversari, in queste condizioni tutto diventa più difficile, soprattutto in difesa, per un ragazzo di 50Kg che si vede arrivare addosso un treno in corsa di 85Kg, o più, ha sicuramente qualche problema, ma sotto questo aspetto non possiamo farci nulla, la nostra forza è sempre stata la capacità di imprimere ritmo alla partita, cosa che oggi è mancata, o quantomeno, non c’è stata per tutto il tempo dell’incontro.

Dal fischio dell’arbitro alla prima reazione sensata dei nostri ragazzi è passato un buon quarto d’ora, nel quale ci hanno infilato due mete, il quarto d’ora successivo ci ha visti protagonisti e siamo riusciti ad esprimere un gioco incisivo costringendo il Modena nella propria metà campo, nell’ultima azione del primo tempo riusciamo ad accorciare il distacco marcando una meta, si chiude il primo tempo 12 a 5.

La seconda sessione di gioco sembra la fotocopia della prima parte 15 minuti in sordina dove subiamo la terza meta e poi una ripresa di ritmo e riusciamo a segnare un’altra meta, ma la partita volge al termine e non riusciamo più a finalizzare le azioni seppure incisive.

Molti palloni persi,  errori in difesa nell’occupazione del campo e nel placcaggio hanno portato a questo risultato che comunque ci assegna un punto di bonus difensivo (sconfitta con 7 o meno punti di differenza), la prossima con gli Amatori Parma in casa speriamo di ritrovare i nostri ragazzi fin dal primo minuto di gioco.


All rights reserved - Tutti i contenuti sono di proprietà di Rugbylyons.it