28/01/2017
04/03/2017
11/03/2017
18/03/2017
25/03/2017
08/04/2017
15/04/2017
29/04/2017
06/05/2017
PRIMO PIANO
TEMA DEL MESE
Pos. Squadra Punti

11/05/2016 - Edward Thrower si aggiudica il titolo di MVP del Campionato di Eccellenza

La FIR ha comunicato il vincitore del titolo di MVP dell'edizione 2015/16 del Campionato Italiano di Eccellenza. Ad aggiudicarsi il prezioso titolo è stato l’estremo bianconero Edward Thrower, grande protagonista della salvezza dei Lyons. Si tratta del primo straniero a diventare miglior giocat... --> Mostra Tutto
1.Sitav Rugby Lyons0
2.Petrarca Rugby0
3.Femi-CZ Rovigo Delta0
4.Lafert San Donà0
5.Rugby Viadana 19700
6.Mogliano Rugby0
7.Conad Reggio0
8.Lazio Rugby 19270
9.Fiamme Oro Rugby0
10.Patarò Calvisano0
ULTIMISSIME

30/09/2016 - I bianconeri si preparano per il debutto contro le Fiamme Oro

Sabato pomeriggio alle ore 16.00 a Roma la Sitav Rugby Lyons tornerà a fare sul serio nella prima giornata del Campionato di Eccellenza 2016/17. Gli uomini di Achille Bertoncini si confronteranno con le Fiamme Oro Rugby dell’ex bianconero Matteo Cornelli. Nel corso dell’estate il XV della Polizia di Stato si è mosso molto sul mercato e si presenta alle porte della nuova stagione con grandi ambizioni. Da parte loro i Lyons si presentano alla prima giornata con un gruppo solido, formato da giocatori esperti e da giovani di belle speranze desiderosi di mettersi in luce. Forti di alcuni innesti mirati in ruoli chiave i bianconeri puntano a migliorare il risultato dello scorso anno e a ritagliarsi un ruolo da outsider. Naturalmente l’obiettivo principale resta ancora la salvezza, ma con la consapevolezza di poter sfidare alla pari qualsiasi avversario.

La probabile formazione con cui i bianconeri sfideranno le Fiamme vede in prima linea Grassotti, Rollero e Zilocchi. In seconda Masselli farà coppia con Tveraga, mentre in terza Ferrari e Bance affiancheranno l’australiano Carbone. La cabina di regia è affidata a Via e Nathan con Forte e Mortali nei centri, Bruno e Subacchi alle ali e capitan Thrower nel consueto ruolo di estremo.

Questa la formazione: Thrower, Subacchi, Mortali, Forte, Bruno, Nathan, Via, Carbone, Ferrari, Bance, Tveraga, Masselli, Zilocchi, Rollero, Grassotti. In panchina ci saranno: Lombardi, Adriano, Chubb, Merli, Barbuscia, Cammi, Bassi, Conti. Con la squadra partirà anche Khadim Cissè come ventiquattresimo.

Le Fiamme Oro sono una delle formazioni più pericolose del campionato e il tecnico bianconero Achille Bertoncini mette in guardia i suoi: «Quella di Roma è la trasferta più lunga dell’anno e sarà senza dubbio una partita molto importante per cui dovremo farci trovare pronti. Non nascondiamo le nostre ambizioni: affronteremo tutte le partite con lo stesso spirito. Sabato saremo a Roma con l’obiettivo di fare risultato, anche se sappiamo che non sarà semplice. Abbiamo ancora qualche giocatore infortunato ma stasera (giovedì ndr) faremo le ultime valutazioni.»

Edward Thrower, neocapitano ed MVP del campionato la scorsa stagione, sprona i propri compagni: «L’obiettivo di ogni squadra è quello di scendere in campo per vincere la partita. Per noi è una buona opportunità per sorprendere il nostro avversario e iniziare bene la stagione. Sappiamo anche che dovremo giocare ogni sabato come se fosse una finale perché per rimanere in Eccellenza ci serviranno tutti i punti che possiamo guadagnare.»



28/09/2016 - Sabato comincia il Campionato di Eccellenza oggi la presentazione ufficiale

Quando mancano pochissimo giorni all’inizio della stagione 2016/17 del Campionato di Eccellenza, all’NH Touring di Milano, si è svolta la tradizionale presentazione. Il Presidente della FIR Alfredo Gavazzi, di recente rieletto alla guida del movimento per un secondo mandato, ha presentato il format del campionato “L’Eccellenza rappresenta la storia della nostra Federazione, che proprio oggi festeggia ottantotto anni di vita, ed è al tempo stesso centrale nello sviluppo del nostro futuro”. “Nel progetto tecnico della Federazione – ha proseguito il Presidente – il campionato riveste un ruolo centrale, costituisce l’ultimo passo del processo formativo che FIR ha posto in atto a partire dai Centri di Formazione U16. Per i giovani rugbisti italiani, lottare per il titolo di Campione d’Italia costituisce l’ultimo test prima del salto, per coloro che ne sono all’altezza, verso l’alto livello: il PRO12 e la maglia azzurra della Nazionale”.

A prendere la parola per i Lyons è stato il capitano bianconero Edward Thrower che ha dichiarato: “L’anno scorso è stato un anno difficile, abbiamo vinto solo due partite, ma l’importante era rimanere in Eccellenza. Per quanto riguarda il nostro obiettivo – aggiunge Thrower – come quello di tutti capitani qui presenti è quello di vincere l’Eccellenza e possibilmente tutte le partite. Quest’anno la squadra è un po’ cambiata e migliorata, vedremo sabato contro le Fiamme Oro”.

Al termine della presentazione il presidente dei Lyons Natalino Fanzola ha dichiarato: “Speriamo di far meglio dell’anno scorso e spero che cominceremo con una marcia diversa. Il gruppo ha molto entusiasmo e voglia di fare bene. Ci sono tanti ragazzi di belle speranze, ma solo il campo ci dirà quanto siamo migliorati”.



26/09/2016 - L'Under 18 emoziona e vince, ma manca l'élite per un solo punto

Romagna RFC - Lyons Valnure 13 – 17  

Lyons Valnure: Beltramini, Belforti, Via, Dallavalle, Eddoukali, Spezia, Efori, Lekic, Valeri, Brigati, Pozzoli, Hohxa, Di Stefano, Bedini, Integlia. A disp.: Ravì, Molinari, Monsoni, Bonetti, Rossi, Viani.

All.: Bassi, Solari.

Marcature Lyons: Mete: Lekic (1); Pozzoli (1). Trasformazioni: Via 2 su 2. Piazzati: Via 1 su 3.

L’under 18 dei Lyons torna da Imola con una vittoria che per un solo punto non è bastata a ribaltare il risultato dell’andata e a garantire ai bianconeri l’accesso al girone élite. Purtroppo il ritorno in élite è rimandato di un altro anno e i giovani bianconeri dovranno accontentarsi del ben più modesto campionato regionale.

La sfida comincia subito con i giovani leoni nettamente più aggressivi rispetto alla scorsa settimana, ma con i soliti problemi in mischia dovuti al peso superiore della compagine romagnola. Dopo 8’ minuti arriva la prima meta frutto di un’azione prolungata nella 22 del Romagna. I padroni di casa però non ci stanno e dopo soli tre minuti varcano la linea di meta e si avvicinano nel punteggio anche se mancano la trasformazione. Al 20’ arriva anche il sorpasso grazie a un calcio piazzato da posizione favorevole. Sul finire del primo tempo arriva però la seconda meta bianconera che manda le squadre negli spogliatoi sul 17 a 8 per i piacentini. Nella ripresa i leoni di Bassi e Solari allungano subito con un calcio piazzato di Via al primo minuto. Al 5’ rimangono in quattordici per un cartellino giallo, ma riescono a difendersi. Solo al 19’ il Romagna raggiunge la meta che non vale la vittoria, ma assicura il passaggio in élite per la differenza punti: 31 segnati dai Lyons contro i 32 del Romagna. Un vero peccato per i giovani bianconeri che hanno sfiorato la qualificazione al campionato élite riscattando la prova opaca della settimana scorsa con una prestazione di altissimo livello.



26/09/2016 - U16: persa la giornata 3 di barrage, ma resta da giocare un'ultima carta

U.S. Rugby Firenze 1931 – Lyons Valnure 41 – 5

Lyons Valnure: Oppizzi A., Malta, Bolzoni, Tumminello, Bonatti, Dene, Castagnola (cap), Di Masi, Losi, Cuminetti (vice cap), Oppizzi D., Baiocco, Solenghi F, Azzini, Mori. In panchina: Molina, Profiti, Mazzoni, Zanasi, Zanon, Maserati, Cirillo.

All.: Baracchi, Bergamaschi, Parmigiani

Marcatore: Di Masi.

Una meta soltanto contro le 7 segnate dal Firenze. E' finita male la terza giornata di barrage per l'U16 che domenica prossima in casa contro il Siena si gioca il posto nel campionato Elite. Con un punteggio di 41-5, i Lyons sono tornati a casa dal capoluogo toscano dove i fiorentini hanno giocato bene sotto ogni punto di vista. Aggressivo e convinto fino all'ultimo, il Firenze ha meritato la vittoria. I Lyons, scesi in campo con molti 2002 e con qualche ruolo cambiato, si sono resi conto di cosa sia l'Elite: personalità, determinazione e massimo impegno. Cose in cui hanno lasciato a desiderare. La fomazione: Oppizzi A., Malta, Bolzoni, Tumminello, Bonatti, Dene, Castagnola (cap), Di Masi, Losi, Cuminetti (vice cap), Oppizzi D., Baiocco, Solenghi F, Azzini, Mori. In panchina: Molina, Profiti, Mazzoni, Zanasi, Zanon, Maserati, Cirillo. Marcatore: Di Masi.

“Abbiamo perso e male – ha dichiarato a fine match l'allenatore Maurizio Parmigiani – non siamo stati aggressivi, né in difesa né in attacco. Abbiamo subito la forte personalità del Firenze. Forse abbiamo avuto paura.” Il tecnico, in vista della partita decisiva contro il Siena di domenica prossima, ha aggiunto: “questa settimana dobbiamo lavorare soprattutto sulla combattività. I senesi hanno lo stesso carattere volitivo dei fiorentini, in campo salgono, pressano e mettono l'avversario in difficoltà”. Critico anche l'estremo dei Lyons, Tobia Mori, che ha detto: “Manchiamo sulla parte atletica, abbiamo un ritmo inferiore. Non abbiamo placcato né avanzato né pulito. Dopo la prima meta subita siamo crollati psicologicamente”. Mori ha poi spiegato che “serve solidarietà di gruppo, chi scende in campo deve dare il 100% e tenere alta la propria convinzione e quella dei compagni”. “Non bisogna mai saltare gli allenamenti - ha concluso l'estremo – soprattutto questa settimana. Nell'Elite conta il punteggio e io voglio finire il campionato tra i primi 4 classificati”.

Domenica 2 ottobre, in casa, i Lyons U16 devono giocarsi il tutto per tutto contro il Siena.

 

Cinzia Guarnieri



25/09/2016 - U18 - Eccezionale ma non sufficiente

(Ritorno Barrage per Campionato Elite       (25/09/2016 Imola )

Romagna RFC-Lyons      13 – 17 (Mete 2–2)

LYONS

Formazione:

Beltramini Alessandro;Belforti Federico; Via Giovanni; Dallavalle Joshua; Eddoukali Omar; Spezia Luca; Efori Federico; Lekic Miralem(Vicecapitano); Valeri Andrea; Brigati Lorenzo(Capitano); Pozzoli Lorenzo; Hohxa Olgert; Di Stefano Cristian; Bedini Paolo; Integlia Omar.

A Disp.:        

Ravì Pinto Riccardo Molinari Dario; Monsoni Riccardo; Bonetti Tommaso; Rossi Matteo; Viani Paolo;.

Allenatori:    Bassi Paolo; Solari Emanuele.

Preparatore Atletico: Alfonsi Eugenio; Enrico Campolunghi.

Abilità Tecniche:    Mischia:        Bossi Simone

                                    Tre Quarti:   Troy Nathan.

Marcature Lyons:

Mete:                                     Lekic Miralem (1); Pozzoli Lorenzo(1).

Trasformazioni:      Via Giovanni 2 su 2.

Piazzati:                    Via Giovanni 1 su 3.

Quando si dice la sfortuna ….. la sfortuna non esiste nel Rugby, sul campo, ma quando non si può contare, tra infortuni, impegni scolastici, disguidi burocratici, su molti giocatori, vuol dire che la sfortuna qualcosa c’entra.

Ma andiamo con ordine, questa mattina partenza alla volta di Imola  per disputare l’incontro di ritorno per l’Elite contro Romagna RFC (andata persa 19 a 14), morale non alle stelle ma abbastanza alto, si sa che la sfida sarà tutta in salita per recuperare la sconfitta subita, percorso ancora più accidentato a causa di parecchie assenze, come abbiamo detto, tanto che ci presentiamo con una rosa di 21 giocatori anziché 22, foglio gara che dovrà essere rimaneggiato più volte prima di arrivare ad una stesura definitiva.

Inizio partita, si nota da subito uno spirito più combattivo di domenica scorsa, abbiamo sempre difficoltà in mischia, la mischia romagnola è nettamente più pesante della nostra, bene sui punti di incontro, vinciamo i nostri e mettiamo in difficoltà gli avversari sui loro, qualche problema ancora in touche, all’ottavo minuto si sviluppa un,azione vicino all’area di meta romagnola e i ragazzi la finalizzano con una meta, importantissima per il morale della squadra, meta trasformata (0-7), purtroppo passano solo 3 minuti prima che gli avversari vadano in meta, nonostante una strenua difesa dei nostri ragazzi, (5-7), al 20° un fallo in posizione favorevole permette alla compagine romagnola di portarsi in vantaggio (8-7), ma non è finita, i ragazzi non si danno per vinti e al 35° ancora una meta trasformata ci riporta in vantaggio (8-14).

Dopo l’intervallo si riprende e subito al 1à minuto un calcio piazzato allunga le distanze (17-8), al 5° un cartellino giallo ci costringe in 14 per 10 minuti, grande difesa e buona trasmissione dei palloni permettono un bel gioco piacevole a vedersi, la fatica, però, comincia a farsi sentire e al 19° ancora una volta, gli avversari, segnano una meta (13-17), stiamo vincendo ma questo punteggio non ci permetterà di andare in elite, i ragazzi lo sanno e, per questo verranno tentati per due volte i pali, in seguito a falli subiti, da posizioni difficili al 29° e al 32°, purtroppo nessuno dei due entra e il punteggio rimane invariato fino alla fine della partita.

Abbiamo vinto ma non abbastanza, essendo a parità di punti, 5 per entrambe le squadre, si passa a prendere in esame la differenza punti fatii/subiti; risultato per i Lyons, fatti: 17 oggi più 14 all’andata totale 31; subiti: 13 oggi più 19 all’andata totale 32, per un punto non siamo in Elite.

Fine dell’avventura ma comunque sia andata: BRAVISSIMI RAGAZZI!!!



25/09/2016 - Lo Shield torna a Piacenza: i bianconeri conquistano il Capuzzoni

ASR Milano – Sitav Rugby Lyons 3 – 36

Sitav Rugby Lyons: Thrower, Bruno, Bassi, Conti, Subacchi, Nathan, Via, Carbone, Tarantini, Bance, Masselli, Merli, Zilocchi, Daniele, Chubb. Sono entrati: Lombardi, Rollero, Barbuscia, Salerno, Cammi, Rivetti, Alfonsi, Forte, Mortali, Boreri.

All. Bertoncini

Marcatori: p.t. 5' mt Daniele (0-5), 8' cp Asr Milano (3-5), 11' mt Bruno tr Thrower (3-12), 14' mt Thrower tr Thrower (3-19), 20' mt Thrower (3-24), 33' mt Bruno (3-29); s.t. 51' mt. Masselli tr. Mortali (3-36).

Il precampionato di Sitav Rugby Lyons si conclude con una importante vittoria nel Trofeo Capuzzoni che permette ai bianconeri di riportare a Piacenza lo Shield conquistato la scorsa stagione dall’Asr Milano. Agli uomini di Bertoncini è bastato un primo tempo di buona intensità per mettere in cassaforte il risultato e assicurarsi la vittoria.

L’avvio dei leoni piacentini è fulminante e la prima marcatura arriva dopo soli cinque minuti firmata dal tallonatore Daniele. Il capitano bianconero Thrower manca la trasformazione e il risultato rimane sul 5 a 0. Dopo solo 3 minuti l’indisciplina dei Lyons viene punita e l’Asr rimane in partita accorciando dalla piazzola. Si tratta però solo di un fuoco di paglia perché gli uomini di Bertoncini all’11 trovano la seconda marcatura dell’incontro con Bruno. I bianconeri spingono sull’acceleratore e fanno la differenza: il capitano Edward Thrower mette a segno una doppietta che scava un solco incolmabile per l’Asr. Sul finire della prima frazione di gioco c’è ancora il tempo per Bruno per arrotondare il punteggio segnando la quinta meta del match. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 29 a 3 in favore degli ospiti. Nella ripresa il gioco dei bianconeri non è efficace come nel primo tempo, ma al 51’ il pack bianconero sfonda la linea di difesa del Milano e permette a Masselli di segnare la propria prima meta in bianconero. La partita scivola poi via senza particolari emozioni e si conclude con i Lyons vittoriosi per 36 a 3. L’obiettivo è raggiunto e con una prova convincente i bianconeri riconquistano lo Shield che torna a Piacenza dopo un anno di assenza.

A fine partita il tecnico bianconero Achille Bertoncini sottolinea l’importanza della sfida con l’Asr: «Quello di oggi era un appuntamento molto sentito. Sono stato l’allenatore di Max e ci tenevo a onorare la sua memoria, per questo abbiamo schierato la migliore formazione possibile. Per quanto riguarda la partita va sicuramente valutata con le giuste proporzioni per la differenza di categoria fra le due squadre, ma abbiamo provato a giocare e questo mi è piaciuto. Può capitare che non tutto riesca nel migliore dei modi, ma la prima parte dell’incontro è stata sicuramente positiva e ci è servita per verificare la nostra condizione. Quella di oggi (sabato ndr) è stata una partita di passaggio – aggiunge Bertoncini – e da ora in poi dovremo lavorare con una marcia diversa perché si avvicinano scontri molto impegnativi.»



25/09/2016 - I Lyons si impongono nel Trofeo Capuzzoni riservato ai cadetti

ASR Milano – Sitav Rugby Lyons 12 – 26

Sitav Rugby Lyons: Pattarini, Rattotti, Bellassi, Molinari, Cacciatore, Valverde, Gherardi, Bosoni, Bassi, Ceresa, Delforno, Cazzarini, Malchiodi, Vaghini, Groppi. Sono entrati: Vitiello, Groppelli, Atanasov, Gazzola, Ferrara.

Marcatori: mt Ceresa (0-5), mt Asr Milano (5-5), mt Ceresa tr Malchiodi (5-12), mt Asr Milano tr Asr Milano (12-12). Secondo tempo: mt Gazzola (12-17), mt Ceresa (12-22), mt Groppelli (12-26).

Dopo le prime squadre sul campo Curioni si sono confrontate anche le due seconde squadre di Lyons e Asr per l’edizione cadetta del Capuzzoni. Ad imporsi, al termine di un incontro molto equilibrato ed emozionante, sono stati i bianconeri.

A muovere il tabellino per primi sono stati i Lyons con uno scatenato Ceresa, autore di ben tre mete. Ne è seguita una lotta punto a punto che ha visto l’Asr replicare subito alla marcatura ospite. Ceresa ha allungato ancora con Malchiodi pronto ad arrotondare il punteggio, ma prima dello scadere l’Asr ha di nuovo pareggiato i conti. Le squadre sono così andate negli spogliatoi sul risultato di 12 a 12.

Nella ripresa a rompere l’equilibrio è stato Gazzola che ha varcato per primo la linea di meta dei milanesi. Sono poi arrivate le marcature di Ceresa (terza personale) e Groppelli che hanno fissato il risultato sul 26 a 12 finale.

La prestazione dei bianconeri ha convinto il tecnico Paolo Orlandi: «La partita di oggi è stata giocata con meno intensità rispetto a quella della settimana scorsa e alcuni automatismi sono da aggiustare. Tuttavia abbiamo fatto vedere alcune buone cose: la touche è andata bene e anche la mischia soprattutto nel secondo tempo. Io Simone e Marco (gli altri membri dello staff Simone Bossi e Marco Castagnola ndr) siamo contenti del risultato finale. Il Capu era nostro amico e una vittoria è un bel modo per averlo vicino, anche perché l’Asr è sceso in campo con la nostra stessa voglia di vincere. Come ultima cosa ci tengo a ringraziare l’Asr per aver invitato la nostra squadra cadetta».


All rights reserved - Tutti i contenuti sono di proprietà di Rugbylyons.it